Sport

Olimpiadi, Frigo strepitoso: la 4×100 del nuoto è medaglia d’argento

Prima storica medaglia azzurra – argento – nella 4×100 stile libero alle Olimpiadi. E a firmare l’impresa a Tokyo e’ una staffetta per meta’ veneta, con il vicentino Thomas Ceccon e il trevigiano Manuel Frigo (di Loria, origini padovane).

Una bella sorpresa

Già approdati alla finale con il migliore crono, il quartetto (composto pure da Alessandro Miressi e Lorenzo Zazzeri) cede solo agli Stati Uniti del fenomeno Dressel, ritoccando il record italiano in 3’10″11. Battuti i maestri australiani. Gia’ quarta ai Mondiali, la staffetta veloce è una delle più belle sorprese del Team Italia in questo primo scorcio di Giochi.

La gara

E’ stato Alessandro Miressi ad aver aperto la finale con un 47”72 da fermo (22”77) opposto a Caeleb Dressel (47”26), poi è tornato in acqua Thomas Ceccon con un 47”45 lanciato virtualmente già sul podio, che è stato difeso dal fiorentino Lorenzo Zazzeri da 47”31 e infine Manuel Frigo (47”63) ha resistito agli attacchi di Canada e Ungheria e toccato in 3’10”11. Frigo davanti a Chalmers (46”44): pazzesco.

Ceccon

Il vicentino Ceccon, nato nel 2001: “Siamo veramente contenti e felici di questo argento. Già ieri sapevamo di avere una buona possibilità di medaglia. Ho fatto la scelta di fare entrambe le gare, dato che ero andato bene nel dorso non potevo che fare altrettanto in staffetta. L’argento olimpico non è una cosa da tutti i giorni”.

Frigo

E Manuel Frigo, nato a Cittadella e residente a Loria, che è stato confermato nella delicatissima ultima frazione: “Per me era impensabile soltanto tre anni fa essere qui e ora arriva addirittura una medaglia. Quando la vedrò ci crederò”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close