Sport

Sofia Goggia argento e Nadia Delago bronzo in discesa olimpica

Sofia Goggia medaglia d’argento, Nadia Delago bronzo: la discesa libera femminile delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022 regala 2 medaglie all’Italia, che piazza anche Elena Curtoni quinta. La medaglia d’oro va alla svizzera Corinne Suter, che trionfa in 1’31”87. Sofia Goggia chiude con uno straordinario secondo posto (1’32”03), staccata di appena 0”16. La 29enne bergamasca, vittima a gennaio di un grave infortunio al ginocchio, compie un’autentica impresa e sfiora il bis dopo l’oro vinto a Pyeongchang nel 2018.

Nadia Delago

24 anni, conquista il bronzo (1’32”44) regalandosi un risultato eccellente. La giornata memorabile dello sci azzurro è completata dal quinto posto di Elena Curtoni (1’32”87). Fuori dalle prime 10, invece, Nicol Delago. “E’ il giorno più bello della mia carriera. Sono felice, devo ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato a vincere questa medaglia. Ho sognato di partecipare ai Giochi, ma vincere una medaglia sembrava una cosa lontana. Non è solo mia ma l’abbiamo vinta insieme”, ha detto Nadia Delago. “Stamattina ero molto tranquilla. Sono andata bene nelle ultime gare di Coppa del mondo, ho sfiorato il podio per pochi centesimi. Incredibile averlo centrato all’Olimpiade. Non ho capito subito in che posizione fossi, quando ho visto il mio nome non potevo crederci”, ha aggiunto l’azzurra che sulla gara insieme con la sorella Nicol, “è stato bellissimo partire una dietro l’altra”.

Sofia Goggia

“Ho dato tutto quello che potevo. Sono stata davvero felice della mia sciata. Sentivo che la velocità c’era nella parte alta perché saltavo molto ovunque. Mi dispiace per l’ultima parte, sentivo che forse in alcune parti della pista avevo un po’ di vento contro, ma è qualcosa che non puoi controllare. Alla fine sono felice del mio risultato, perché essere qui alle Olimpiadi dopo il mio incidente a Cortina non era affatto garantito”, le parole di Sofia Goggia. “È comunque una medaglia. È ancora una grande medaglia. È una medaglia incredibile per la condizione degli ultimi 20 giorni. Mi sono sempre detta che se fossi riuscita a superare la prova che mi è stata data dopo Cortina, questa caduta, probabilmente la gara di discesa sarebbe stata la parte più facile per me. Ho trovato una forza incredibile dentro di me, e viaggiavo con una sorta di luce. Sono contenta di aver dato tutto per essere qui oggi, sono contenta e grata di aver potuto ottenere un’altra medaglia, e sono contenta di me stessa”, ha aggiunto la Goggia che ha vinto l’argento a 23 giorni dal so infortunio al ginocchio.

Malagò

“Una grandissima Italia! Un risultato eccezionale che conferma la forza delle nostre velociste”, dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che assiste alla gara dagli spalti. “Due medaglie che fanno la storia. Peccato per l’oro. Ci avevamo sperato. Cconsiderando come è arrivata qui e come era la situazione fino a pochi giornerato. Sono felicissimo per Nadia che si è meritato questo bronzo”, dice il numero dello sport italiano. “Non ci sono parole, la sua prestazione è encomiabile. Con 13 medaglie adesso siamo al terzo posto di sempre nelle spedizioni italiane alle Olimpiadi invernali. Allo Sci Alpino dico: ora cuore e testa per le prossime competizioni. Tra combinata, speciale e team event possiamo fare molto bene. Daje Italia Team!”, conclude Malagò.

Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close