Sport

Zecchin squalificato per tre giornate

Sono bastate alcune parole di troppo all’arbitro e mister Zecchin, nonostante la vittoria per 4 a 1 contro i trevigiani del Portomansué si troverà ora ad osservare due partite dalla tribuna.
Sono costate molto care le proteste che hanno portato l’allontanamento del tecnico arancionero al 24′ del secondo tempo della partita e, proprio per questo motivo, ha ricevuto una squalifica di due settimane che terminerà lunedì 19 novembre, che lo costringerà a seguire all’esterno del terreno di gioco le prossime tre partite della sua squadra.
Perché durante le due settimane di stop comminate a Zecchin, il Mestre sarà impegnato due volte in campionato contro Nervesa (sabato 10) e Liapiave (domenica 18) oltre che nel turno infrasettimanale in programma mercoledì 14 a Vittorio Veneto contro il Vittorio Falmec, l’unica squadra ad oggi ad aver battuto il Mestre in campionato.
Una squalifica severa e decisamente inaspettata per l’allenatore, che commenta amareggiato la decisione del Giudice Sportivo.
“Sono restato davvero di sasso – spiega Zecchin – non ho offeso nessuno, non capisco cosa possa aver portato a comminare una squalifica così lunga. Non so neanche cosa sia stato scritto sul referto, è una cosa che sto cercando di capire, ma resta il fatto che questo problema è sicuramente una enorme scocciatura. Al quale il Mestre non può nemmeno replicare, visto che come ci ha spiegato la società non è possibile effettuare ricorso nel caso di una squalifica così breve. E tutto è nato per un errore della guardialinee che, a fine partita, si è scusata con il nostro capitano per l’errore commesso. Da quella situazione è nata un’occasione importante per loro che Keber è riuscito a sventare in calcio d’angolo, per quello mi sono arrabbiato.
Ma quando dopo il corner ho cercato l’attenzione dell’arbitro ed ho provato a chiedere spiegazioni non ho ricevuto alcuna risposta, se non quella di allontanarmi dal campo. Ma alla fine, nonostante l’amarezza, non resta che accettare la decisione del Giudice Sportivo. Purtroppo è andata così, devo far tesoro di questa esperienza ed imparare a stare buono, mi servirà da lezione per il futuro”.
“Ed ora, si continua a lavorare in vista della gara di sabato. Chiaramente non sarà la stessa cosa seguire la gara da bordo campo, ma la partita la prepariamo in settimana per cui ho massima fiducia nel fatto che i ragazzi saranno pronti ugualmente. In più, non dimentichiamo come in panchina ci sarà Ivan Galante di cui ho una grande stima. Nonostante tutto, siamo ugualmente molto tranquilli”.
A.C.M. 
Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close