Veneto

1.694 nuovi casi in un giorno

Forse i primi effetti della campagna vaccinale, molto più probabilmente l’età media dei contagi che si è abbassata. Fatto sta che se il numero delle nuove infezioni non accenna a rallentare, sintomo di una curva che ha ripreso a crescere soprattutto a causa della maggior contagiosità della variante inglese ormai prevalente in regione, la pressione sugli ospedali resta tutto sommato ai livelli di guardia dei giorni precedenti. E dunque, almeno per il momento, non aumenta.

Il report di Azienda Zero

Secondo il bollettino rilasciato ieri da Azienda Zero, le nuove positività registrate in Veneto sono state 1.694 nelle ultime 24 ore. Si tratta del dato più alto della settimana, considerando che venerdì i nuovi casi erano stati 1.337 e giovedì 1.620. Il numero degli attualmente positivi, di conseguenza, è salito a 28.654 (+1.224). Andamento stabile anche per la conta drammatica delle vittime. Ieri se ne sono registrate 8, per un totale da inizio pandemia che ha raggiunto 9.958. Si avvicina sempre di più la tragica soglia dei diecimila decessi legati al Covid. Come detto, però, la pressione sugli ospedali resta tutto sommato inalterata seppur grave. Stando a ieri, sono 1.201 i pazienti ricoverati in area non critica negli ospedali del Veneto. Il 5 marzo erano 1.219.

L’età media si abbassa

Una spiegazione, come riportato dagli esperti, potrebbe essere legata proprio all’abbassarsi dell’età media dei nuovi contagi e alla contestuale crescita dei casi registrata da Azienda Zero negli istituti scolastici del Veneto il che, almeno per il momento, non sembrerebbe portare a nuovi ricoveri. Piccolo passo indietro anche per le terapie intensive: erano 153 i posti letto occupati venerdì, ieri scesi a 152.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close