Veneto

A Mestre la protesta degli operatori sanitari no vax

Feti umani nei vaccini; che, poi, vaccini non sono, bensì sperimentazioni. Iniezioni che potrebbero provocare tumori, la perdita della fertilità, malattie autoimmuni. E rispetto dell’articolo uno della nostra Costituzione, che fonda la Repubblica italiana sul lavoro. Si sono presentati in 150 venerdì mattina, sotto le bandiere di Cub, davanti all’ospedale dell’Angelo di Mestre, al grido di “Vogliamo la libertà di scelta”.

Chi erano

Infermieri, operatori socio-sanitari, addetti alle pulizie, tecnici di laboratorio di tutto il Veneto, contrari alla “dittatura sanitaria”, come la definiscono, che impone loro la vaccinazione, pena il demansionamento o la sospensione dal servizio senza stipendio fino al 31 dicembre. Alcuni sanitari si sono già rivolti al legali, per far valere il proprio “diritto di scelta”: è accaduto a Venezia, a Belluno, a Treviso e a Vicenza. “Ma siamo in contatto con un gruppo di avvocati, perché i diritti dei sanitari non siano calpestati” precisano.

La loro opinione

Il vaccino, secondo loro, non funziona: “Non impedisce l’infezione. E se i decessi sono crollati è solo grazie alla bella stagione” spiegano. “Non chiamateci no vax. Rivendichiamo soltanto la libertà di scelta. Non ho paura del Covid, né di essere un veicolo del contagio per i pazienti. Continuerò a tutelarmi come ho sempre fatto e mi vaccinerò quando la sperimentazione sarà terminata. Non voglio essere una cavia” la voce di Maddalena Spaccavento, tecnico di laboratorio all’Angelo. “Cuore della lotta al Covid. Se non mi vaccino io…”

Caro Lettore

…forse non si rendono conto dei rischi che fanno correre..forse non vogliono essere chiamati “No Vax” ma forse dimenticano i contagiati nelle RSA proprio dai loro colleghi, forse non stanno guardano come tutto il Mondo sta correndo ai ripari e di come siano calate le curve con le vaccinazioni. Non volete vaccinarvi per vostra scelta? Accettatene le conseguenze. Non è il vaccino ora che gioca con la vita umana, siete voi! E non credo sia da aggiungere altro. Nota Bene: chi scrive è un “pro vax”. Chi scrive è stato privato di cari affetti per colpa del Covid, chi scrive ha parlato con i contagiati dai vostri colleghi. Chi scrive ha già prenotato la sua vaccinazione e no! Non mi sento una cavia come dite voi. Non ho paura. Se miliardi di persone si salvano perchè si stanno vaccinando forse le vostre teorie non sono così sicure. Ma ripeto, è la mia opinione!

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close