Veneto

Adria, legionella al centro anziani: è allarme

Secondo le analisi, nelle docce della struttura vi sarebbero alcuni batteri

Adria. Un accertamento dell’Ulss 5 ha localizzato la presenza di un batterio di legionella in una doccia e in un lavandino del Centro Servizi Anziani di Adria. Il controllo di routine, effettuato lo scorso Primo aprile, ha fatto emergere che la presenza del batterio nei sanitari va ben oltre i limiti di sicurezza.

Cos’è la legionella?

Ma forse non tutti sanno cos’è la legionella. Si tratta di un batterio appartenente al genere dei batteri gram-negativi aerobi di cui gli esperti conoscono più di 50 specie. Si trova più frequentemente nei serbatoi d’acqua, nei fiumi e nei sistemi di condizionamento, dunque prolifera in ambienti molto umidi e caldi, tra i 20 e i 45 gradi di temperatura.

Il contagio avviene per inalazione. Colpisce soprattutto persone con scarse difese immunitarie. I sintomi di una infezione da legionella sono febbre, dolori al torace, brividi e malessere generale. Per evitare che il batterio possa aggredirci, è bene usare il meno possibile l’aria condizionata, perché trasporta facilmente questi batteri, non usare ferri da stiro dotati di nebulizzatore e farsi il bagno piuttosto della doccia.

Adria legionella centro anziani

Rassicurazioni ma anche preoccupazione

Ma dalla direzione del Centro Servizi Anziani arrivano rassicurazioni. «Abbiamo seguito tutti i protocolli interni», spiega Sandra Passadore, presidente della struttura.

«La comunicazione è arrivata sia a me, sia al sindaco Omar Barbierato», continua la presidente. «La mia preoccupazione è rivolta alla salute degli ospiti. Oltre al protocollo esterno abbiamo anche affidato ulteriori controlli ad un servizio esterno. Siamo comunque consapevoli che la struttura è vecchia e che il batterio può proliferare. In ogni caso il personale doveva effettuare il controllo entro la fine del mese di marzo».

Inoltre, la presidente afferma di non aver avuto segnalazioni di rischi: c’è stupore in direzione su come possa essersi manifestato il batterio nonostante i tanti controlli.

Adria legionella centro anziani

L’impegno delle Istituzioni

Ma la legionella rappresenta un bel problema anche per gli amministratori locali. Il sindaco Omar Barbierato e l’assessore Marco Tosato affermano di essersi prontamente attivati per risolvere il problema della legionella. Secondo Tosato «si tratta di un episodio che può accadere in tutte le strutture di comunità come le case di riposo e gli ospedali. Per questo motivo gli enti preposti controllano periodicamente tali strutture».

«Quanto riscontrato al Centro Anziani di Adria – continua – non è certo da sottovalutare e va tenuto sotto controllo, la soluzione va trovata in tempi brevi, perché la salute degli ospiti e di tutti coloro che operano nel CSA va costantemente preservata».

«Per questi motivi – conclude – ci siamo già mossi perché vengano attuate tutte le pratiche igienico sanitarie per debellare il batterio e sanificare il centro, come richiesto anche dall’Ulss 5».

I dubbi delle opposizioni

Intanto, però, nonostante l’impegno delle istituzioni, le opposizioni nutrono dubbi. Il consigliere comunale Gino Sandro Spinello ha già presentato un’interrogazione urgente al primo cittadino Barbierato. Chiede di verificare se siano state date al personale addetto all’igiene le necessarie informazioni oppure se gli operatori abbiano appreso la notizia dalla stampa.

«Vorrei sapere, inoltre – conclude Spinello – se gli organi del Csa sono in grado di certificare che la sanzione riguarderà tutti gli impianti della struttura, come sarebbe logico e giusto, o solo quelli delle zone interessate dal contagio».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close