Veneto

Al via “Acqua e fuoco”, progetto scolastico ambientale di San Giovanni Lupatoto

Il comune di San Giovanni Lupatoto prosegue per il 5° anno consecutivo l’attuazione del progetto ambientale “Tra terra e cielo” rivolto alle classi primarie e secondarie di primo grado dell’Istituto Comprensivo 2 “Margherita Hack”. Si tratterà di una serie di appuntamenti che si svolgeranno durante tutto l’anno scolastico 2018/2019 coinvolgendo oltre 1200 studenti in esperienze e ambiti diversificati collegati dal filo comune “Acqua e fuoco, elementi agli antipodi”.

Lo scopo è quello di formare i giovanissimi alla conoscenza e al rispetto dell’ambiente in una prospettiva più ecologica per il futuro. Educare e sensibilizzare saranno quindi gli obiettivi delle numerose iniziative didattiche a cui gli alunni prenderanno parte, con un focus speciale sulla biodiversità.

Il tema dei due elementi naturali su cui ruoteranno molte delle attività – acqua e fuoco – saranno affrontati con un approccio multidisciplinare, volto a far maturare nei piccoli una corretta conoscenza del fuoco ed un uso consapevole dell’acqua.

Il ricco programma di eventi è iniziato a dicembre con uno spettacolo teatrale, “Abracadacqua, il pianeta che fa acqua da tutte le parti” e proseguirà a gennaio con il progetto didattico “dalla fonte alla falda”, che permetterà ai bambini delle scuole secondarie Marconi e De Gasperi (per un totale di circa 348 alunni) di analizzare l’elemento acqua sotto vari aspetti (storico, geografico, scientifico, etico, ambientale) sulla base del proprio bagaglio conoscitivo.

Lo strumento che useranno si chiamerà “L’albero dei problemi”, un sistema di individuazione dei problemi che permette, dopo la loro gerarchizzazione, di identificare il nodo centrale.

Il 22 marzo, in occasione delle “Giornata mondiale dell’acqua”, le classi dell’IC2 potranno assistere al film di Pino Tordiglione “Il bacio azzurro”, che fa emergere il concetto di acqua come dono comune a tutti gli esseri viventi attraverso le vicende di un bambino che parte alla sua scoperta.

L’8 aprile Adige Rafting si metterà a disposizione dei 96 alunni delle scuole primarie Antonini e Cesari per far loro provare l’emozionante escursione sul fiume dal centro del Chievo fino al maneggio Boschetto.

Sempre nei mesi di marzo e aprile, in date da definirsi, le classi delle primarie Antonini, Cesari e Marconi potranno partecipare ad un corso di acquaticità presso le piscine “F. Garofoli” gestite dal team dell’ASD “In sport”.

Il 6 maggio, le meraviglie dei dintorni di Verona saranno protagoniste della giornata delle classi della primaria Antonini con una gita che toccherà prima le cascate di Molina, poi il museo paleontologico e preistorico di Sant’Anna d’Alfaedo e infine il Ponte di Veja.

Sempre a maggio, per il tema “fuoco”, i vigili del fuoco di Verona dedicheranno una giornata ai circa 140 studenti delle primarie Antonini, Cesari e Marconi per mostrare loro le attrezzature e i mezzi utilizzati durante le operazioni di soccorso, con attività didattiche e dimostrative.

Il tema dell’acqua come risorsa di energia sarà invece affrontato con la visita alla nuova centrale idroelettrica adiacente la ciclopedonale dell’Adige – in collaborazione con Enel Greepower – a cui seguiranno laboratori in classe che approfondiranno questo aspetto. E prevista la partecipazione di 193 studenti delle secondarie Marconi e De Gasperi.

Infine, per la primavera 2019, la biblioteca comunale “Severino Betti” di San Giovanni Lupatoto metterà a disposizione degli studenti una selezione di libri di stampo ecologico che trattino principalmente i temi fuoco e acqua.

Il progetto non trascurerà neppure la formazione degli insegnanti, tassello fondamentale di quella degli studenti, dedicandogli due corsi di aggiornamento. Il primo si svolgerà il 20 e il 27 febbraio con l’approfondimento a cura di Roberto Facci “L’Acqua a San Giovanni Lupatoto: curiosità e aneddoti sulla storia del paese e del suo rapporto con l’acqua nel corso dei secoli”, mentre il secondo, dal titolo “Il Pantheon di Santa Maria In Stelle”,  porterà alla scoperta dell’antica acquedottistica romana con una visita guidata dal Gruppo Giovani Volontari Ipogeo. Va ricordato che l’intero progetto “Tra cielo e terra” di cui fa parte “Acqua e fuoco” è stato promosso dal comune di San Giovanni Lupatoto e da enti, aziende, scuole e associazioni coinvolti nell’iniziativa.

 

 

 

 

 

Silvia Gambato

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close