Veneto

Aprono oggi gli stabilimenti balneari, tra nubi e temperature in calo

Temperature attorno ai 15 gradi centigradi e sole coperto da parecchie nubi, almeno nelle previsioni. Non è baciato da condizioni meteo ideali l’avvio, nella giornata di oggi, della stagione balneare del litorale veneto, una condizione “accidentata” che peraltro dovrebbe protrarsi per tutto il fine settimana.

Pronti per la riapertura

Ad ogni modo, per molti stabilimenti tutto è pronto. A Jesolo sono già stati posizionati 25mila ombrelloni, a fronte di una disponibilità di 40mila, e contestualmente riaprono anche i percorsi per le persone disabili e le aree dedicate a chi si recherà al mare con il cane. Solo l’area della pineta non è ancora pronta: dopo i danni causati dalla mareggiata invernale, infatti, proseguono i lavori per ripristinare e rendere fruibile il prima possibilie l’arenile. Riaprono anche le Terme di Bibione, avviando la stagione del benessere, dopo molti mesi di chiusura per l’emergenza sanitaria. «Apriremo le piscine termali esterne, – ha spiegato ad Ansa il direttore Denis Masutti – dopodiché attenderemo i decreti governativi per avere date certe per le piscine termali coperte e l’area wellness».

Ok anche per il Lido

Riparte anche il Lido di Venezia, con l’apertura dei primi stabilimenti, che rimarranno operativi fino ai primi giorni di ottobre; tra questi Blue Moon, Pachuka e Spiaggia Paradiso con relativi servizi, mentre gli altri avvieranno a ruota la propria stagione nei weekend del 22 e del 29 maggio. Sul lungomare lidense, intanto, sono in fase di ultimazione i lavori per la realizzazione della piscina che dovrebbe aprire al pubblico entro la metà di giugno e che per i residenti avrà un ticket d’accesso a prezzo ridotto.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close