Veneto

Assunzioni al Comune di Venezia

Dal Comune di Venezia via libera a 266 nuove assunzioni tra agenti di Polizia locale, giuristi, tecnici, amministrativi, assistenti sociali e giornalisti. La Giunta comunale ha approvato il Piano triennale dei fabbisogni di personale 2019-2021.

Paolo Romor

assunzioni comune venezia

«Grazie all’importante operazione di efficientamento della macchina comunale – commenta l’assessore al personale, Paolo Romor – possiamo procedere con nuove assunzioni. Andranno a potenziare settori strategici per l’Amministrazione. Ora che abbiamo trovato le risorse possiamo procedere quindi con più di 260 nuove assunzioni».

La conferma dei contratti

Saranno confermati quindi i contratti di formazione e lavoro di 40 giovani agenti di Polizia locale, nonché ne verranno assunti altri 85 che ci consentano non solo di sostituire i pensionamenti previsti, in parte anche derivanti dalla nuova norma sulle pensioni, la cosiddetta “quota 100”, con l’implementanzione dell’organico del Corpo. L’idea è istituire un gruppo specifico per il controllo di parchi e spiagge.

Assunzioni nella scuola e nell’avvocatura

assunzioni comune venezia

Prevista anche l’assunzione di 28 maestre e due psicopedagogiste. Altre otto unità nel gruppo di giuristi, avvocati ed esperti finanziari. Assistenti sociali. 14 nuovi posti per potenziare l’attività di sportello. Ventidue figure professionali tecniche da destinare agli uffici tecnici comunali. Inoltre 33 amministrativi.

I giornalisti

assunzioni comune venezia

Infine, l’assunzione di due giornalisti a tempo determinato da inserire nell’ufficio stampa. «Un piano occupazionale mirato che andrà quindi a potenziare servizi strategici del Comune di Venezia. Una decisione importante presa grazie al grande lavoro di sistemazione del bilancio da parte del sindaco».

Le conclusioni sulle assunzioni al Comune di Venezia

«Dal 2014 abbiamo ridotto le figure dirigenziali più del 30%. Abbiamo quasi dimezzato i dirigenti apicali (direttori) e siamo riusciti a diminuire più del 40% i contratti a tempo determinato». Infine la Giunta ha approvato il nuovo regolamento per la ripartizione degli incentivi tecnici.
Si potrà quindi, ora, distribuire, con criteri meritocratici e trasparenti, risorse già accantonate. Queste andranno a retribuire il lavoro effettivamente svolto negli anni precedenti dal personale del comparto con funzioni tecniche.

A.M.U.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close