Veneto

AstraZeneca sospetto ritirate dosi

Intervento dei carabinieri dei Nas in tutto il Nord Est per individuare e sequestrare i flaconi di un lotto di vaccino anti Covid AstraZeneca. L’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, ha infatti sospeso «in via precauzionale» l’utilizzo di un lotto del vaccino AstraZeneca: si tratta del lotto ABV2856 in relazione ad alcuni «eventi avversi gravi».

Il pericolo

Tra questi, ci sono certamente due casi segnalati nelle ultime ore in Sicilia e che riguardano un sottufficiale della Marina e un ispettore della Polizia di Stato, morti nei giorni scorsi. Un terzo caso sospetto riguarda il decesso, avvenuto alcuni giorni fa, di un carabiniere 54enne di Trapani su cui l’autopsia non avrebbe però fornito elementi per associarne in modo chiaro la morte al vaccino.

La circolazione in Italia

I flaconi del lotto sono state “spalmate” in tutta Italia. A riguardo interventi dei Nas del Veneto sono stati segnalati a Padova e Mantova. Da parte sua la Regione Veneto, in un comunicato ha chiarito che: “In relazione alla decisione dell’Aifa di vietare l’utilizzo sul territorio nazionale delle dosi del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, dopo la segnalazione di alcuni “eventi avversi gravi”, la Direzione Prevenzione della Regione del Veneto precisa quanto segue: Anche la Regione Veneto ha ricevuto un quantitativo di dosi del lotto segnalato.  La Regione del Veneto ha già provveduto a bloccare l’utilizzo del lotto come da indicazione precauzionale di AIFA.

Casi isolati

E’ opportuno precisare che è attivo un monitoraggio costante delle reazioni avverse che, finoranon ha fatto registrare episodi di rilievo, ma solo eventi lievi che si possono comunemente verificare dopo l’erogazione di un vaccino. Sono in corso da parte delle strutture tecniche regionali preposte tutte le verifiche farmacologiche del caso, i cui esiti è stato chiesto siano disponibili al più presto possibile.

Aifa

Il comunicato di Aifa precisa che: “non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e gli eventi segnalati”.La sorveglianza ed il ritiro precauzionale sono da interpretare come una procedura a garanzia della sorveglianza e della sicurezza per le persone a cui il vaccino viene proposto”.

Solo precauzione. Nessun nesso

Entrambe le persone decedute erano state vaccinate con quel lotto di AstraZeneca che in tarda mattinata l’Aifa ha deciso di sospendere su tutto il territorio nazionale anche se «al momento – precisa l’Agenzia del farmaco – non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e tali eventi». L’Aifa ha fatto sapere che «sta effettuando tutte le verifiche del caso, acquisendo documentazioni cliniche in stretta collaborazione con i Nas e le autorità competenti. I campioni di tale lotto verranno analizzati dall’Istituto Superiore di Sanità».Nei giorni scorsi, e nelle scorse ore, altri lotti di AstraZeneca sono stati bloccati da altri Paesi, ultimi la Danimarca, la Norvegia e l’Islanda; prima lo avevano fatto Austria, Lituania, Estonia, Lettonia e Lussemburgo. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close