Veneto

Aurora Marchioro, candidata al Consiglio regionale del Veneto con la Lista Daniela Sbrollini Presidente

Cosa l’ha convinta a candidarsi?

“Perché credo nel polo riformista che questa lista rappresenta. L’immobilismo caratterizza ormai da molti anni il Veneto, c’è la necessità di attuare una politica riformista in grado di modificare le strutture economico-sociali”.

Quali sono i punti del suo programma al di là della lista che rappresenta?

“3 temi caratterizzano la mia campagna elettorale: ambiente, scuola e politiche giovanili. 3 temi prioritari che necessitano di essere trattati con urgenza”.

Se eletta, quale sarebbe la sua prima azione?

“Viviamo in una regione bellissima, ricca di arte, cultura e storia. Queste nostre ricchezze vanno valorizzate. La prima proposta che farò da Consigliera regionale sarà rendere gratuito l’ingresso ai luoghi culturali per gli studenti. Con la cultura si mangia, eccome, ma serve sostenerla”.

Come sta vivendo queste elezioni per certi versi giocate più sui social che a confronto con la gente? Lei come si sta comportando?

 “Il modo di far politica nel tempo ha subito diversi mutamenti, uno di questi riguarda l’utilizzo dei social. Facebook, Instagram, Twitter sono alla base di una buona campagna elettorale. Ma il confronto diretto con le persone, nel rispetto delle norme anti-Covid, è per me una necessità”. 

Faccia un appello al voto

“Il diritto di voto è una delle forme di libertà individuale più importati che abbiamo e una delle massime forme di espressione democratica. La storia ci ha insegnato quanto sia importante la democrazia e quanto sia costato ottenerla.  Non lasciamo che siano gli altri a decidere per noi”.

Descriva se stessa in poche parole e perché condivide certi ideali

“Sono Aurora Marchioro, ho 21 e studio Lettere moderne. La ricerca del bene comune è il principio della politica, così diceva don Sturzo. Questa frase ben rappresenta il modo in cui intendo la politica. La mia, seppur breve, esperienza politica passata mi ha insegnato che quando si crede in qualcosa è giusto perseguire con determinazione il proprio ideale. Il senso civico, il sentirmi chiamata in causa nell’agire oggi per cercare di migliorare il domani, mi hanno convinta che non si può sempre delegare ma bisogna partecipare in prima persona. Sarà per me un impegno ma soprattutto un onore mettermi al servizio della collettività. Affronterò questa sfida con entusiasmo, determinazione e voglia di imparare”.

Per quale motivo dovrebbero dare il voto a lei o a un altro della lista?

“Viviamo in un presente in cui i giovani non riescono a riconoscersi nella partecipazione politica, in un Paese in cui regna la perenne sfiducia nelle istituzioni. Questa visione va ribaltata, per questo è essenziale che noi giovani ci impegniamo in prima persona al servizio della comunità. I giovani non sono solo il futuro, sono soprattutto il presente. Ecco perché ho deciso ora di candidarmi al Consiglio Regionale. La politica ha bisogno dei giovani così come i giovani hanno bisogno della buona politica. Ritengo che i giovani siano una risorsa per la società ed è per questo che ritengo essenziale il loro impegno anche in politica. Basta dire che i giovani sono unicamente il futuro, i giovani sono soprattutto il presente”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close