Veneto

Perché i giovani sono aggressivi?

Come mai i giovani sono così aggressivi? L’Istituto Comprensivo G. Gabrieli di Mirano (VE), organizza un ciclo di conferenze-dibattito intitolato “Non sono un numero”, rivolte al disagio giovanile che spesso, oggi, la cronaca riporta con scenari talvolta drammatici.

Il primo appuntamento

Dopo l’appuntamento del 9 aprile (“L’evaporazione dei giovani”, affidato al Professor Ivano Spano), questa sera si parla di “Le vie dell’aggressività –  tra analogico e digitale” (sensibilizzazione dell’adulto a un linguaggio che la cultura non vuole comprendere).

Le relatrici

La discussione è affidata a due relatrici, la dottoressa Monica Cielo, psicologa e psicoterapeuta, ed all’avvocato Mariangela Semenzato del Foro di Venezia. Affronteranno due complessi fronti della problematica: la funzione e la decodifica dell’aggressività, attraverso l’analisi e la comprensione dei nuovi “linguaggi” prodotti dal diffondersi di sofisticati mezzi tecnologici, le cause di alcuni comportamenti violenti e autodistruttivi; come e quando questi comportamenti configurino veri e propri illeciti penali.

Le scuole e i giovani

Non mancheranno dei cenni alle responsabilità – pedagogiche e giuridiche – che le nuove tecnologie pongono a carico degli educatori, soprattutto genitori, insegnanti e dirigenti scolastici.

Chi sono

Le relatrici da anni operano nei rispettivi settori professionali e si spendono, parallelamente, con attività di volontariato consistente in incontri formativi ed informativi, rivolti sia agli educatori, sia ai diretti interessati, cioè bambini (dalla scuola primaria in poi) e ragazzi, che ogni anno, più volte, incontrano nelle lezioni dedicate promosse dai vari Istituti Comprensivi nelle zone del miranese, di Mestre e Treviso. In due battute, ci confermano che la migliore prevenzione si realizza con la cultura e con il dialogo costanti.

L’avvocato Mariangela Semenzato

La dichiarazione

“Da molto tempo portiamo avanti con convinzione un’intensa attività di promozione culturale e umanistica, spesso in collaborazione con altri professionisti e con membri del sindacato di Polizia SIULP, impegnati nella medesima opera di sensibilizzazione. L’esperienza professionale ci conferma quindi ogni giorno che una maggiore preparazione e informazione sono la migliore forma di prevenzione di un fenomeno di progressiva diffusione di modalità violente di pensiero e di comunicazione, che sfociano, quindi, inevitabilmente, in comportamenti connotati da trascuratezza, aggressività, nonché scarso autocontrollo, a volte, purtroppo, quindi brutalità.

L’incontro di oggi per i giovani

Accanto alla promozione di quanto di positivo vi è nelle persone e soprattutto nei giovani, dobbiamo quindi offrire sempre più occasioni di confronto di formazione nonché sostegno ai genitori, chiamati a recuperare in gran fretta il gap culturale nei confronti dei figli.

È per questo che rispondiamo quindi sempre con entusiasmo a chi si fa promotore di iniziative come quella cui potrete partecipare questa sera”

L’incontro di oggi è pubblico e gratuito e si terrà presso l’aula magna della scuola Leonardo da Vinci di Mirano (VE).

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close