Veneto

Confermato dal test del DNA: è proprio Henry

MIRA. E’ giunta infine la conferma che ha dato la più terribile delle notizie per i due genitori che da più di un mese erano in angoscia per la scomparsa del figlio, ma che tenevano la speranza sempre accesa.

Il test del DNA effettuato dalla medicina legale di Padova sul corpo trovato alle prime ore del giorno di Santo Stefano nel canale lungo via Argine Sinistro vicino alle chiuse di Mira, ha dato la drammatica conferma.

Si tratta proprio di Henry Kazim, il rugbista 19enne scomparso nella notte del 27 novembre quando si è allontanato di casa dopo una lite familiare. Tantissime le ricerche delle forze dell’ordine e di tutto il territorio, messo in allerta e in apprensione per le sorti del ragazzo.

Un mese dopo la sua scomparsa era affiorato il corpo di un uomo in avanzato stato di decomposizione e i sospetti che si trattasse di Henry erano molto forti. Ora purtroppo sono stati confermati.

Gli esami attribuirebbero le cause della morte all’annegamento, anche se diversi dettagli sono ancora da chiarire.

Un paese intero si stringe ora attorno alla famiglia, in attesa della fissazione della data della cerimonia funebre dove verrà salutato. Il Rugby Riviera manifesta il suo cordoglio per il giovane atleta amato da tutti. Il dolore in tutta Mira è grande.

Sara Zanferrari

 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close