Veneto

Controllo di vicinato, il protocollo d’intesa al vaglio del ministero dell’Interno

Vicenza – Solo pochi giorni fa il sindaco di Vicenza Francesco Rucco aveva dichiarato che la vita facile per parcheggiatori abusivi e accattoni sarebbe finita grazie a un ulteriore sforzo della polizia locale con la quale il primo cittadino, nelle sue parole, avrebbe «concordato servizi in borghese a cura della pattuglia antidegrado». Intervento che, in effetti, da subito ha portato a Palazzo Trissino i primi risultati sanzionando un trentaseienne nigeriano per aver esercitato l’attività di parcheggiatore abusivo e altre quattro persone, un ventunenne nigeriano e tre di nazionalità rumena e di diversa età, per accattonaggio. Oltre alla sanzione anche l’invito a lasciare la città.

Ma il sindaco Rucco sembra determinato ad agire in tal senso, sperimentando nuove forme di sicurezza partecipata. Importante passo avanti per il progetto di “controllo di vicinato” promosso dall’amministrazione Rucco che prevede la costituzione di gruppi di cittadini chiamati a segnalare, attraverso un coordinatore, alle forze dell’ordine situazioni di degrado e insicurezza registrate nel proprio quartiere. «Abbiamo condiviso con Prefetto e forze di polizia i contenuti del protocollo d’intesa che ora dovrà avere l’approvazione formale del ministero dell’Intero», ha annunciato con soddisfazione il sindaco Francesco Rucco al termine dell’incontro in Prefettura cui hanno preso parte anche il consigliere comunale Nicolò Naclerio e il comandante della polizia locale Cristiano Rosini.

«Ottenuto il via libera ministeriale – ha proseguito il sindaco – passeremo alla fase operativa, con la definizione delle aree, la formazione dei gruppi di volontari che si terranno in contatto tramite whatsapp e l’individuazione dei coordinatori incaricati di interfacciarsi con le forze di polizia. I coordinatori, in particolare, dovranno essere persone integerrime, oltre che prive di appartenenze politiche, e saranno appositamente formate per svolgere al meglio questo delicato servizio di volontariato. Contestualmente sarà necessario realizzare una specifica cartellonistica da installare nelle zone dove il controllo sarà attivo. Partiremo con una sperimentazione al Mercato Nuovo e nella zona di viale Milano e Campo Marzo. Il servizio, tolta la cartellonistica, sarà praticamente a costo zero per la comunità. Contiamo di avviarlo entro la Primavera».

E le parole del sindaco Rucco risuonano in una giornata molto significativa, in materia di sicurezza, per la città di Vicenza che ha visto il primo cittadino rivolgere il suo saluto al Questore Giuseppe Petronzi, in partenza per Trieste, dichiarando che «grazie a lui la città ha avuto un importante impulso positivo in termini di sicurezza».

 

Nico Parente

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close