Veneto

Covid. Zaia: «Chi lavora nella scuola deve vaccinarsi. In Veneto i prof a quota 82 per cento»

Sono 372 i letti di terapia intensiva occupati in Veneto. «Un dato alto, specie in un periodo estivo, nel senso che la sanità veneta ha bisogno di recuperare operazioni chirurgiche che erano state sospese per il Covid». I nuovi positivi al Covid in Veneto sono 460, dato che porta il totale complessivo a 437.526 contagiati, con una incidenza del 4.20%. I nuovi dati  parlano di 12.660 positivi, 305 in più rispetto a ieri. Le cifre risentono dei calcoli parziali del fine settimana, quindi nei prossimi giorni bisogna aspettarsene di più. I ricoverati, ha spiegato  Luca Zaia sono 164, numero invariato: 145 in area non critica (-1) e 19 in terapia intensiva (+1).

Zaia

Per Zaia “l’ondata non sta pesando dal punto di vista ospedaliero ma il virus sta circolando”. Nuovo invito del Governatore alla vaccinazione: “in questo momento abbiamo 200mila dosi che non hanno ancora un destinatario – rileva – evidente l calo delle prenotazioni perché è iniziata la fase estiva”. Zaia prevede che a settembre sarà vaccinato il 75% dei veneti: a ottobre prevediamo l’81%.

Il governatore dimostra che il vaccino funziona

“Ma ha detto, approfittatene adesso, abbiamo 200 mila dosi in arrivo, 200 mila posti liberi già prenotabili, non arrivate tutti in autunno quando tutti si vorranno vaccinare per le scuole e il green pass e il vaccino diventerà fondamentale”. “L’effetto dei vaccini si vede fino in fondo – ha proseguito Zaia – Il virus sta comunque circolando e il 98% dei contagiati sono per la variante Delta”. Si è in attesa di informazioni riguardo ad una nuova variante, la Beta, per cui però la letteratura scientifica conferma la copertura vaccinale.

Immunità di gregge

Zaia non esclude che in Veneto si arriverà “ad un’immunità di gregge”. Lo confortano i dati sulle vaccinazioni finora fatte: nella fascia 12-19 si è al 49%, 20-29 al 68,9%, 30-39 al 63%, 40-49 al 68%, 50-59 al 77%, 60-69 all’86%, 70-79 al 91% e over 80 al 99%.

L’appello ai docenti

“Chi lavora a scuola deve vaccinarsi”, ha detto Zaia, sottolineando poi che “i ragazzi in età scolastica lo stanno facendo. Si arrivati è al 49% che non è il punto di arrivo. Molti – rileva – sono in vacanza, altri ci stanno pensando”. Zaia ha comunque precisato che è dell’82% in Veneto la soglia degli operatori insegnanti che finora si sono vaccinati. L’appello del presidente è “che chi opera nella scuola, faccia una riflessione e valuti veramente la somministrazione di una dose”. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close