Veneto

Crisanti: probabile ritorno alla normalità a fine agosto

Un ritorno alla normalità per fine agosto «è finalmente una previsione realistica» ma è «irrealistico pensare di eliminare» il Sars-cov-2. Lo ha detto il microbiologo di Padova Andrea Crisanti sottolineando che «ormai siamo entrati nella giostra evolutiva del virus, possiamo solo cercare di inseguirlo come è stato fatto con quello dell’influenza». «Per fine agosto inizio settembre – ha precisato – saremo vicino all’immunità di gregge, che non significherà trasmissione bloccata ma che possono essere eliminate alcune restrizioni tenendo l’indice di trasmissione basso».

Ci vuole equilibrio

Finora, ha sottolineato l’esperto, «siamo riusciti a eliminare un solo patogeno, il vaiolo, e siamo vicini a farlo con la polio ma ci sono voluti decenni e decenni di vaccinazioni. Non è realistico pensare di poter eliminare questo virus, possiamo solo pensare di controllarlo abbattendo la letalità e mantenendo la sorveglianza delle varianti». Mentre un calo importante dei decessi, ha precisato, «arriverà quando avremo vaccinato l’85-90% degli over 65enni e avremo raggiunto un equilibrio di accettabilità sociale della malattia».

Il rapporto con il Governo

Quanto al rapporto tra Governo centrale e periferico ha detto: «le Regioni hanno dimostrato tutta la fragilità di questo sistema, di fronte a un’epidemia che è un problema nazionale non si può fare ognuno come vuole: chi usa i test antigenici e chi i molecolari, chi vaccina dei gruppi e chi altri. È un casino senza fine. In Inghilterra o Germania non sarebbe stato possibile». Per vaccinare mezzo milione di persone al giorno, ha concluso Crisanti, «in una situazione di drammaticità come questa, bisogna prendere esempio dagli inglesi: unirsi, superare le difficoltà e dopo fare i conti»

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close