Veneto

Dl Sostegni, il Veneto prenota 3 miliardi

«Più fondi e in tempi più veloci». Il premier Draghi ha fatto capire che il governo di salvezza nazionale continuerà a muoversi con l’aumento del deficit di bilancio per fronteggiare l’emergenza Covid. Da marzo 2020, il governo Conte2 e ora Draghi hanno erogato quasi 200 miliardi di euro, per sostenere le imprese e i lavoratori in cassa integrazione, con i licenziamenti bloccati fino ad ottobre. Tutto ciò richiederà una profonda revisione del patto di stabilità Ue, tema da affrontare appena il Pil avrà ripreso a correre nella zona euro. Ma quanti di quei 32 miliardi arriveranno in Veneto? Forse tre.

La prudenza

In attesa che la Ragioneria dello Stato accrediti le somme sui codici iban, arrivano commenti improntati alla massima cautela da Cgia Mestre e Confartigianato. Ma che il Dl Sostegni riservi parecchie novità è giudizio acquisito, per gli interventi straordinari a sostegno del turismo e della montagna. Senza cercare medaglie, appare evidente che la sensibilità del ministro dell’Economia Daniele Franco abbia pesato nella scelta delle priorità, una linea condivisa da Federico D’Incà, altro bellunese che a palazzo Chigi gestisce la delega dei rapporti con il Parlamento. Tirate le somme, le forze sociali e le categorie economiche si aspettano che almeno 2,8-3 di quei 32 miliardi arrivino in Veneto. Il calcolo è legato al peso del Pil della regione nell’Azienda Italia attorno al 9,2 per cento, pari a 165,3 miliardi, dati pre-Covid 2019.Oltre alla Cig per i lavoratori dipendenti, è stata varata una misura di 11 miliardi per le imprese e le partire Iva con una perdita di fatturato pari al 30%, con contributo a fondo perduto più vantaggioso per le piccole imprese con ricavi fino a 10 milioni di euro.

Le novità

Tra le novità l’istituzione di un Fondo dedicato al Turismo invernale pari a 700 milioni, voluto da Franco e D’Incà con assoluta determinazione. Risorse non solo a chi gestisce gli impianti di sci, ma anche ai 1.300 maestri di sci del Veneto che ringraziano, con la loro associazione nazionale Amsi che ne raggruppa 15 mila. Altra novità l’assegno di 2.400 euro agli stagionali del turismo, mentre prima c’era la tutela della Cig solo per i dipendenti. Il Veneto quindi con Franco e D’Incà imprime la svolta su turismo e montagna, ma anche la ministra Erika Stefani è soddisfatta. «Sono felice per l’istituzione di un fondo di 100 milioni di euro per le misure di tutela e sostegno alle persone con disabilità. Il fondo è istituito col Decreto Sostegni, si chiamerà Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità e sarà dedicato a progetti concreti per migliorare, semplificare la vita e garantire i diritti di queste persone, di ogni età». Non solo soldi alle imprese, anche aiuti ai più deboli.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close