Veneto

Florian, che triste compleanno

Pochi giorni fa il Caffè Florian ha spento 300 candeline, ma con nessuna festa. Tre secoli di storia, l’orgoglio di essere in una delle piazze più belle del mondo non sono bastati a evitare il rischio chiusura.

Le parole dell’Ad

Ma è un compleanno amaro segnato dalla chiusura, come tutti i locali della piazza, per la crisi turistica determinata dal Covid. Una festa “nel silenzio e nella desolazione di una Venezia magnifica e spettrale” dice l’Ad del Florian Marco Paolini. “La crisi attuale è ovviamente di tutti, ma per il Caffè Florian è come lo specchio di un’intera città, Venezia, vittima del suo stesso successo turistico mondiale – prosegue Paolini – festeggiare i 300 anni di vita di un’attività con le porte sbarrate è l’immagine emblematica di questa crisi di Venezia e delle città d’arte in generale, per questo il Florian è un simbolo, che può essere preso ad esempio dalle molte attività storiche ora in crisi profonda, la cui crisi non ha solo valore economico, ma soprattutto storico, in quanto pezzi della storia d’Italia conosciuti nel mondo”.

Gli aiuti che non arrivano

«Nel 2020 abbiamo fatturato sei milioni e mezzo in meno su un totale in genere di otto milioni e mezzo. Di affitto alla fine sulla parte privata, grazie ai crediti d’imposta che abbiamo maturato, pagheremo il 25%, ma come ci è venuto incontro lo Stato?», prosegue Paolini, «Abbiamo ricevuto 40 mila euro dal decreto Centri Storici e il 24 dicembre 123 mila euro dal Ristori bis, unico decreto ristori o rilancio dei tre disposti dal Governo in cui siamo rientrati perché negli altri chi aveva nel 2019 un fatturato di 5 milioni non poteva accedere. In totale quindi lo Stato ci ha dato nel 2020 160 mila euro, ma se abbiamo sei milioni e mezzo in meno di fatturato come si può pensare che sia un aiuto?».

Una speranza di nome Nicola Pellicani

Una possibilità ancora c’è. Il deputato Pd Nicola Pellicani, che già in passato si è occupato delle concessioni in Piazza, ha detto che presenterà l’emendamento per contrattare gli affitti con il Demanio nel prossimo Decreto Milleproroghe.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close