Veneto

Furto alla Banca degli Occhi. Spariti macchinari e danni ingenti

ospedale mestre

L’allarme è scattato, ma quando le volanti della polizia sono arrivate dei ladri non c’era già più traccia. Ammonta a centinaia di migliaia di euro il bottino di un furto messo a segno questa notte alla Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus di Mestre, nel padiglione Rama di Zelarino. Un danno grave non solo dal punto di vista economico ma, soprattutto, per le speranze di quegli utenti che hanno riposto nella Banca degli Occhi il sogno di recuperare la vista.

Il furto

Un gruppo di banditi, ai quali la polizia sta dando la caccia, ha portato via una serie di macchinari per effettuare le visite e le diagnosi appartenenti alla Banca degli Occhi. L’inventario dei macchinari rubati è ancora in corso e gli investigatori stanno analizzando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza.

Le indagini

Un colpo ancora poco chiaro, visto che non si comprende ancora come sia possibile che i ladri siano riusciti a fuggire con i macchinari della Banca degli Occhi di certo voluminosi. Non è escluso che i malviventi si fossero nascosti all’interno e abbiano aspettato poco prima delle 4, per agire. Solo una finestra è stata trovata rotta ma si aspettano i risultati dei rilievi.

Il commento del Governatore

«I responsabili vanno presi e sbattuti in galera, l’unico posto adatto a loro. Rubare dove si lavora per ridare la vista alla gente è un gesto ripugnante – commenta il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia -. Rubare è sempre un fatto grave. E’ un reato, ma farlo a danno di strutture che si occupano della salute delle persone è il massimo dell’aberrazione».

A.M.U.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close