Veneto

26 aprile: pièce teatrale per ricordare il Genocidio armeno

Il Comune di Camponogara, in collaborazione con l’associazione Italiarmenia di Padova, ricorda la ricorrenza del 104° anniversario del genocidio armeno. Lo fa quindi con la rappresentazione teatrale “Non colpevole. Il dramma del genocidio Armeno”, in scena oggi, alle 20.45, al teatro comunale Dario Fo. Ingresso libero.

L’impegno dell’Amministrazione

genocidio armeno

Prosegue così anche quest’anno l’impegno dell’amministrazione, su iniziativa del sindaco Gianpietro Menin, nel segno della memoria del primo Genocidio del ‘900. Tra deportazioni e massacri, coinvolse circa un milione e mezzo di armeni cristiani. La rappresentazione sarà occasione di confronto nonché conoscenza per il pubblico di una pagina buia del XX secolo.

Il progetto sul genocidio

genocidio armeno

L’evento si inserisce all’interno del progetto “Armenia cent’anni fa” curato dalla compagnia Nautilus Cantiere Teatrale di Vicenza. Raccontare lo scontro tra obiettivi politico-militari e diritti umani, nonché all’interno della stessa popolazione, fa capire che non esistono confini invalicabili se dovuti a differenze di razza, religione, costumi. La serata sarà introdotta dalla presidente dell’associazione Italiarmenia di Padova, Flavia Randi. Con lei anche il vicesindaco che ha firmato il patto di gemellaggio con il comune armeno di Patik e l’attuale sindaco Gianpietro Menin

Lo spettacolo

genocidio armeno

Lo spettacolo rievocherà idealmente lo sviluppo del processo intentato a Berlino nel 1921 contro Soghomon Tehlirian, uno studente armeno riparato in Germania accusato di aver assassinato l’ex Ministro ottomano degli Interni, Talaat Pascià. L’omicida, arrestato subito dopo aver commesso il delitto, era reo confesso, ma il processo assunse via via caratteri inaspettati giungendo, alla fine, ad una sorprendente conclusione.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close