Veneto

Il 10 gennaio, a Verona, due appuntamenti imperdibili sul mondo animale

Verona – L’etologo Roberto Marchesini sarà ospite della città scaligera in un doppio appuntamento sul mondo animale, sempre affascinante e ricco di interrogativi. Lo studioso, laureato in veterinaria a Bologna, docente universitario, zooantropologo (cioè studioso del rapporto uomo-animale secondo una visione non antropocentrica), è attivo nel campo della divulgazione e della ricerca dal 1990, quando inizia a collaborare con il famoso entomologo Giorgio Celli.

L’etologia studia proprio le manifestazioni del comportamento animale, e, secondo quello che è considerato il padre fondatore della materia, Konrad Lorenz, si potrebbe definire come la “ricerca comparata sul comportamento” secondo le stesse metodologie applicate negli altri aspetti della biologia.

 

In occasione delle due conferenze che terrà a Verona giovedì 10 gennaio 2019, lo studioso intratterrà il pubblico con gli argomenti principali di due suoi recenti libri. Nel corso del primo, organizzato da Animalisti Verona Onlus in via Lussino 37 alle ore 16:00, Marchesini metterà in parallelo gli opposti modus vivendi di cane e gatto, evidenziando anche il loro modo di mettersi in relazione col mondo e di comunicare. Si trarranno ragioni in più per non dare per scontata la loro convivenza ed avvalersi dei preziosi consigli racchiusi nel libro “Cane e gatto, due stili a confronto”, che svela in che modo i due animali possono comunque essere amici tra loro e con il loro padrone. Il saggio approfondisce anche il diverso modo di vivere la socialità degli animali in questione: d’impronta individualista il gatto, decisamente più “altruista” il cane.

Nel successivo incontro, promosso dall’associazione no profit “La Civetta di Minerva” e dalla cooperativa “Libre!”, e che avrà luogo alle 18:00 in via Interrato dell’Acqua Morta 38, si parlerà invece di “Etologia cognitiva. Alla ricerca della mente animale”, dal libro omonimo. In esso si indagano le possibili spiegazioni delle dinamiche comportamentali animali, ancora in parte misteriose, in chiave però cognitiva, che considera come punto di partenza gli stati interiori del soggetto.

Roberto Marchesini ha pubblicato diversi volumi in materia di zooantropologia, Pet Therapy, diversità, contribuendo, con numerose consulenze, alla tutela dei diritti animali e del loro benessere, fondando anche una scuola di formazione zooantropologica (Siua), attiva dal 1997, che organizza corsi sulla relazione uomo-animale.

Silvia Gambato

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close