Veneto

«Il pasticcio con i tamponi»

Il candidato Enrico Cappelletti: «Da Veneto, prima ancora che da candidato, sono molto grato al Prof. Crisanti per il lavoro che ha fatto e che naturalmente ho seguito passo passo. Ho ammirato le sue intuizioni ed il fatto che abbia saputo condurci lungo un percorso molto difficile, tutto sommato, con minori danni rispetto ad altre regioni». Con queste parole il Candidato alle regionali del M5S commento quello che lui definisce il pasticcio di Zaia con i tamponi.

Il pasticcio e i dubbi

E’ notorio che l’amministrazione regionale – in materia di tamponi – ha esordito andando in una direzione opposta e contraria rispetto a quella che avrebbe dovuto, arrivando perfino a redarguire lo stesso Professore, per aver voluto fare i tamponi ai Cinesi asintomatici, che rientravano in Italia. Ovviamente l’intuizione era giusta, ma inizialmente la Regione non lo comprese. Fortunatamente poi, per merito di Crisanti, la politica sui tamponi in Veneto cambiò radicalmente. 

L’attacco

Così il senatore pentastellato Enrico Cappelletti a proposito delle dichiarazioni durante il punto stampa. «Apprendo che, per il Prof. Crisanti, “il piano tamponi della regione veneto era una baggianata” e che vengono attribuiti da Zaia meriti ingiustamente, solo per fare propaganda. Questo non può che inquietare. Su questa vicenda, che ci illustra una successione di eventi profondamente diversa da quella che ci viene quotidianamente raccontata al consueto punto stampa, deve essere fatta chiarezza. I veneti devono sapere la verità, perché quello che è successo a febbraio è molto grave. Se adesso qualcuno sta tentando di nascondere o cambiare gli avvenimenti per averne un tornaconto politico, i cittadini lo devono sapere.   Se c’è un merito è del personale medico e paramedico, dell’Università , di scienziati straordinari come il Prof. Crisanti. E dei veneti, coscienziosi, prudenti malgrado le “sparate” quotidiane di chi avrebbe dovuto guidarli con coerenza».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close