Veneto

In Veneto al via la vaccinazione anti Covid in farmacia

Da ieri, 1 luglio, nel Veneto si dà avvio alla vaccinazione anti-covid 19 presso le farmacie che hanno conseguito la formazione e sono state quindi abilitate all’uso della piattaforma per la registrazione della somministrazione vaccinale.

Le farmacie abilitate

Ad oggi sono abilitate 120 farmacie nella regione, di cui 22 – distribuite prevalentemente nelle Ulss 3 Serenissima e Ulss 6 Euganea – hanno già provveduto alla richiesta dei vaccini alle Farmacie Ospedaliere per avviare la vaccinazione ai cittadini. «Dopo il successo tra i cittadini della possibilità di eseguire i tamponi nelle farmacie – dice l’assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin – ora in questi presidi si potrà anche ricevere la vaccinazione. Nel Veneto ci sono circa 1400 farmacie che costituiscono una presenza di riferimento, diffusa anche in molti piccoli paesi.

Un passo avanti

Si compie così un ulteriore e importante passo verso l’attuazione di quella “farmacia dei servizi, sulla quale anche noi come Regione Veneto stiamo investendo nell’ambito degli screening e intendiamo continuare a investire anche in futuro”. L’ accordo nazionale esclude dalla vaccinazione in farmacia i soggetti estremamente vulnerabili o con anamnesi positiva di pregressa reazione allergica grave. La Regione del Veneto ha recepito l’Accordo nazionale e ha definito la remunerazione in 10,5 euro per singola inoculazione, oltre ad un compenso forfettario di 200 euro per la copertura dei costi di avvio, da erogare alla farmacia a seguito della effettuazione di almeno 200 vaccinazioni.

Solo Moderna e J&J

Alle farmacie che hanno dato la propria adesione e che hanno completato la formazione teorico-pratica, verranno distribuite, in fase di prima applicazione, 30 dosi di vaccino Moderna alla settimana, che verrà usato nei soggetti a partire dai 18 anni di età. In una fase successiva, sulla base dell’andamento delle prenotazioni e della disponibilità di vaccini, le relative tipologie e quantità potranno essere oggetto di aggiornamento. Alle farmacie che ne faranno richiesta verrà dato anche uno stock minimo di 100 dosi del vaccino Johnson&Johnson – Janssen che, in linea con le indicazioni del Ministero e di Aifa, verrà riservato a chi ha più di 60 anni in sedute specificatamente dedicate a questo target di popolazione. Potranno vaccinarsi in farmacia i cittadini che rispondono alle condizioni espressamente indicate dalle Ulss nella “sezione dedicata” del proprio sito web. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close