Veneto

In Veneto superati i 3,6 milioni di vaccini. Studenti in catene al Ferro Fini: basta tagli

I flaconi e le cifre. Le 52.813 dosi somministrate nelle ventiquattr’ore elevano a 3 milioni e 630.632 le vaccinazioni eseguite dall’avvio della campagna nel Veneto, un ventaglio nel quale si contano 2.438.715 prime dosi e 1.191.917 richiami a completamento del ciclo. Un andamento soddisfacente, a dispetto della confusione che persiste intorno ad AstraZeneca ora “riammesso” da una circolare del ministero che ne consente l’inoculazione di richiamo a quanti (under 60) rifiutino il vaccino “misto” e sottoscrivano al riguardo un consenso informato. Tant’è. Lo sguardo alle coorti di popolazione veneta, conferma che il 55,9% dei residenti ha ricevuto almeno una dose mentre il 26,5% ha completato il ciclo.

I più protetti

Le fasce d’età maggiormente protette sono quelle più anziane: 96,4% degli over ottanta, 88,1% dai 70 ai 79 anni, 81% per i sessantenni; percentuali che calano sensibilmente nel segmento 50-59 anni (68,7%) e tra i quarantenni (53,3%) per crollare addirittura, pur in presenza di un rischio obiettivamente limitato, nelle frange dei giovani adulti (21% dai 30 ai 39 anni), dei ventenni (19,2%) e dei giovanissimi tra i 12 e i 19 anni (12%). A proposito di report: quello epidemiologico conferma, una volta ancora, la caduta di contagi, decessi e ricoveri.

Gli studenti

Tutto bene, allora? Non proprio, secondo i ragazzi dell’Udu e della Rete degli studenti medi che in mattinata si sono incatenati a Venezia nei pressi di Palazzo Ferro Fini, la sede del consiglio veneto: «La Regione continua a non garantire la copertura totale delle borse di studio e tenta di tagliare gli investimenti tanto per l’università quanto per le scuole superiori, facendo di tutto fuorché guardare al futuro della nostra generazione», è l’accusa del coordinatore della protesta, Tommaso Biancuzzi.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close