Veneto

In Veneto una settimana di vaccinazioni straordinarie: Centomila dosi in più. Zaia: «Restiamo zona bianca»

Raddoppiati. Le persone positive in quarantena in Veneto sono oltre 12.980 contro i 6 mila di fine giugno. I morti sono arrivati a 11.644. Ma il Veneto resterà in zona bianca grazie ai nuovi parametri (la percentuale di occupazione delle terapie intensive), mentre se fosse rimasto l’Rt, saremmo ora in zona arancione. Ma l’ottica è puntata tutta sui vaccini, unico vero sistema per arginare gli effetti della pandemia sul sistema sanitario. Entro l’8 settembre sono prenotate 400.075 seconde dosi e 219.136 prime dosi: in tutto 619.211 dosi.

L’invito di Zaia

«Ce le abbiamo», spiega Zaia, «ma è importante capire che bisogna farle ora, perché ci vogliono due mesi per l’effetto. E se tutti vogliono attendere faremo la fine delle “vacanze intelligenti”, con l’ingorgo. Vaccinatevi ora perché in autunno ci sarà l’ingorgo». «Dalle ore 24 di oggi – continua – sarà possibile prenotare il “vaccino veloce”, perché facciamo un’apertura straordinaria di posti in agenda per 100 mila posti. Chi entra nel portale avrà la vaccinazione Pfizer e Moderna entro sette giorni: da venerdì a venerdì». «Nessun limite di fascia d’età, ma opportunità eccezionale e ringrazio i centri vaccinali per lo sforzo».

Iniziative e terze dosi

Poi iniziative sporadiche locali: dal “Vaccino sotto le stelle” di Belluno ai vax day con le associazioni sportive prendendo esempio dall’Union Pro 1928 di Mogliano Preganziol del presidente Enrico Lorenzoni. Capitolo terze dosi: «La stiamo prevedendo, abbiamo iniziato a febbraio, quindi dobbiamo pensare alle categorie strategiche: sanitari, forze dell’ordine e case di riposo».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close