Veneto

Inaugurata la nuova sede del calzaturificio “Caravelle”

È stata inaugurata mercoledì 20 marzo la nuova sede del calzaturificio “Caravelle”, a Noventa Padovana, nell’area dell’ex Borli, completamente riqualificata. Con il presidente Ignazio Baldan erano presenti al taglio del nastro anche il presidente della Regione, Luca Zaia, e il presidente di Confindustria Venezia-Rovigo, Vincenzo Marinese. Il sito industriale, completamente riqualificato, rappresenta un modello virtuoso anche sotto il profilo ambientale.

Fondata nel 1962 a Vigonovo, con una dozzina di lavoratori, soci compresi, Caravelle si era trasferita prima a Tombelle, nel 1964, poi a Fiesso d’Artico nel 1967. Specializzata nella produzione di calzature femminili, ha conseguito e mantenuto nel tempo successo e notorietà anche all’estero. Si è affermata in Italia, nei mercati del Nord Europa e degli Stati Uniti, trovando riconoscimento anche in Medio Oriente e Giappone. Oggi conta 65 dipendenti e lavora per le maggiori griffe internazionali della moda.

Presenti all’evento anche l’Assessore regionale allo Sviluppo Economico Roberto Marcato, il Vicepresidente della Provincia di Padova Marcello Bano, il Presidente di ACRiB-Sezione Calzature di Confindustria Venezia Rovigo Siro Badon e il Presidente del Politecnico Calzaturiero Franco Ballin.

“Abbiamo pensato questa nuova sede proiettando il nostro sguardo nel futuro: gli ampi spazi ci consentiranno, un giorno, di ampliare ulteriormente il nostro business – dichiara Filippo Baldan –. Siamo consapevoli che un sano connubio fra tradizione e innovazione sia la ricetta del nostro avvenire. Per questo, abbiamo investito in tecnologia e risorse, convinti che la prima non possa e non debba sostituirsi al fattore umano. Produciamo le nostre calzature utilizzando macchinari di ultima generazione, che si affiancano alla specializzazione e all’elevata manualità dei nostri collaboratori. Un prodotto di alta qualità, infatti, scaturisce da una solida cultura manifatturiera, che deve essere tramandata di generazione in generazione: per questo stiamo puntando sui giovani. I quali spesso hanno preso il posto dei padri, come dipendenti della nostra azienda”.

Commenta il presidente di Confindustria Venezia:

“Il calzaturificio Caravelle rappresenta un modello virtuoso, che ha dimostrato di saper fare cultura d’impresa – afferma il Presidente di Confindustria Venezia Rovigo, Vincenzo Marinese –. In questo modo, l’azienda è riuscita ad affrontare con successo la delicata fase del ricambio generazionale, dei vertici e delle maestranze, ed è cresciuta giungendo oggi a celebrare questo importante traguardo”.

E aggiunge: “Abbiamo presentato un progetto per l’istituzione di una Zona economica Speciale. È diventata un’iniziativa del territorio che vale 2,5 mld di investimenti e 26.600 posti di lavoro. Ben 19 Comuni e tutte le associazioni di categoria hanno detto al Governo che chiedono di istituirla. Vogliamo mettere in atto i presupposti per la crescita. Siamo molto determinati e lo abbiamo detto ai rappresentanti governativi. Pensiamo che non ci siano argomenti validi per dire di no a questo progetto. Significherebbe dire di no alla crescita e rilancio di un’area che ha bisogno della Zes”.

Sara Zanferrari

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close