Veneto

Isola Vicentina prima in Provincia di Vicenza nel riciclo

Isola Vicentina è Comune riciclone, primo in provincia di Vicenza, con un rifiuto secco di 41,4 kg/ab eq anno e una percentuale del 79,5 % di Raccolta differenziata.

Per la prima volta un paese polesano irrompe nella top ten. E’ iniziata la terza edizione del Forum rifiuti Veneto, con la presentazione del Dossier comuni ricicloni e la premiazione dei comuni “rifiuti free”.

Il Veneto conferma l’ottimo risultato delle scorse edizioni con i Comuni rifiuti free che passano da 219 a 245. Il primo posto, come nelle scorse edizioni, rimane a Castelcucco (Treviso), con un secco residuo di 25,1 chili per abitante per anno e una raccolta differenziata all’87,5%.

Seguono sul podio nella top seven dei migliori comuni ricicloni per provincia, San Gregorio nelle Alpi (Belluno) con un residuo di 25,5 chili per abitante per anno e una raccolta differenziata all’83.7% e Roverchiara (Verona) con un residuo di 27,3 chili per abitanti per anno e una raccolta differenziata 88,6%. Concludono la classifica Isola Vicentina (Vicenza), Ceggia (Venezia), Megliadino San Vitale (Padova) e appunto Pontecchio Polesine. I Comuni premiati da Legambiente a livello nazionale sono stati 505.

La classifica viene stilata non sul dato parziale della percentuale di raccolta differenziata, ma sul rifiuto finale che va a smaltimento, andando a premiare non solo chi si impegna nella raccolta differenziata, ma anche chi si impegna nella riduzione della produzione di rifiuti.

“I dati che abbiamo presentato mostrano con chiarezza l’efficienza del sistema Veneto di raccolta differenziata di rifiuti, modello che se ampliato a tutti i Comuni della regione permetterebbe di raggiungere a tutta la regione la quota “rifiuti free” di 75 chili per abitante per anno – il commento di Luigi Lazzaro, presidente di Legambiente Veneto – solo così si può impedire l’apertura di nuovi inceneritori e rallentare il riempimento delle discariche”.

Per gentile concessione di TVA Vicenza

B.B. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close