Veneto

La prof. Viola: «Vaccini anche ai bambini. In Veneto sarà un autunno tranquillo»

La ricerca per imparare a conoscere tutti i segreti del Covid corre spedita ma, nel frattempo, «è necessario che tutti si vaccinino». Lo ribadisce l’immunologa Antonella Viola, direttore scientifico dell’Istituto di Ricerca Pediatrica. Solo in questo modo, assicura «avremo un autunno tranquillo». La scorsa primavera la pandemia ha portato l’Istituto di Ricerca Pediatrica ad aprire una nuova linea di studio dedicata al Covid «che stiamo ancora portando avanti» annuncia la professoressa Viola. In sostanza, spiega, un primo lavoro, sviluppato assieme alla dottoressa Anna Maria Cattelan responsabile delle Malattie Infettive dell’Azienda Ospedale Università è già stato pubblicato: «In questa prima ricerca abbiamo identificato le citochine, quindi le molecole, che all’ingresso del paziente in ospedale ci permettono di capire se avrà un percorso di malattia più o meno severo”.

L’analisi con Milano

“Usando questa analisi abbiamo visto che alcune molecole correlano con un decorso severo, mentre altre correlano con un decorso molto più leggero». Un secondo lavoro, invece «molto più grosso e più ambizioso» è in via di completamento e verrà pubblicato a breve. Questo è stato condotto assieme a Human Technopole di Milano. «Stiamo facendo un’analisi fine a livello di singola cellula su pazienti che sviluppano un Covid leggero, moderato e severo» prosegue l’immunologa «lo studio viene fatto in momenti diversi: all’ingresso del paziente in ospedale, alle dimissioni e a un mese di distanza. Questo per cercare di capire come risponde il sistema immunitario. Vogliamo provare a identificare firme molecolari che ci permettano di comprendere perché alcuni pazienti vanno incontro a una malattia severa e altri invece ne sviluppano una più leggera». Nel frattempo, tuttavia, il vaccino rimane l’unica strada per assicurare un ritorno alla normalità: «Bisogna vaccinare tutti, compresi i bambini, anche quelli che hanno patologie» conferma Viola.

I vaccini per i bambini

«I vaccini sono sempre l’arma migliore per proteggere i bambini. È vero che il Covid non li colpisce in maniera severa, ma ci sono sempre alcune eccezioni: sappiamo che alcuni di loro sono andati incontro a malattia infiammatoria multisistemica e sono stati ricoverati e poi c’è effetto long Covid che stiamo studiando solo adesso e che ci dice che anche in persone con una sintomatologia non così severa ci possono essere effetti a lungo termine. Quindi vaccinare i bambini significa proteggere loro e i fragili, bloccare la circolazione del virus e poter riprendere la scuola in maniera continuativa. Se tutti ci vacciniamo avremo un autunno tranquillo».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close