Veneto

Maria Antonietta Auditore, Candidata al Consiglio Regionale, Lista Daniela Sbrollini, Italia Viva

Cosa l’ha convinta a candidarsi per le regionali con il partito di Italia Viva? 

 “La possibilità di portare avanti la mia campagna per la prevenzione del tumore al seno iniziata 2 anni fa”.

Quali sono i punti del suo programma al di là della lista che rappresenta?

“Abbassamento dell’età per lo screening mammografico ai 40 anni, la prevenzione non più una voce di spesa ma un investimento per la salute futura delle donne in Veneto.

      – la declinazione del Family act in Veneto farà la differenza: la comunità intesa come rete di servizi e strutture che sostiene le famiglie nella gestione dei figli, degli anziani e dei disabili (assegno unico per ogni figlio, asili nido gratuiti, contributo per ogni grande anziano che necessita di assistenza).

      – abbattimento delle liste d’attese per le visite ambulatoriali e interventi chirurgici programmati (assunzioni di personale sanitari e più investimenti in strutture).

      – campagna regionale per la lotta alle fakenews in ambito sanitario”.

Se eletta, quale sarebbe la sua prima azione?

 “Invitare tutte le associazioni per la lotta ai tumori che operano in Veneto per concordare un piano d’azione concordato per la prevenzione e per il sostegno ai malati”.

Come sta vivendo queste elezioni per certi versi giocate più sui social che a confronto con la gente? Lei come si sta comportando?

 “Devo dire che aldilà dell’utilizzo dei social non ho rinunciato al contatto con la gente: ho inventato i “caffè delle donne”…dei momenti di confronto con gruppi di 6/7 donne per parlare di prevenzione del tumore al seno ma anche delle nostre vite e progetti per il futuro come solo noi sappiamo fare”.

Faccia un appello al voto. Molti sondaggi indicano che quest’anno ci sarà un grosso calo e l’astensionismo potrebbe ribaltare ogni risultato

 “Se vuoi portare in Consiglio Regionale il progetto di abbassare l’età dello screening mammografico ai 40 anni e se credi che investire di più in prevenzione sia sacrosanto, vota per Maria Antonietta Auditore, lista Daniela SBROLLINI”.

Descriva sé stessa in poche parole e il perchè condivide certi ideali

 “Ho 50 anni, biologa specializzata in Microbiologia e Virologia a Padova, lavoro nel farmaceutico da 20 anni, sono moglie e sono mamma di 2 gemelli di 14 anni. 

Il mio impegno politico inteso come mettersi al servizio degli altri è il miglior modo per insegnare ai miei figli che la democrazia è partecipazione ed ognuno di noi può fare la propria parte e fare del suo meglio.

Dopo la mia malattia ho trovato la forza di trasformare questa esperienza in una campagna utile a tutte le altre donne: la petizione per chiedere alla Regione Veneto di abbassare l’età dello screening mammografico ai 40 anni con cui sono state raccolte più di 12.000 firme e che a Dicembre 2019 è diventata una mozione parlamentare presentata in Senato da Daniela Sbrollini.

Dare voce a tutte le altre donne che hanno incontrato il tumore al seno, che hanno vinto, che continuano a combattere o che hanno perso: il mio impegno e la mia forza partono da loro”.

Per quale motivo una persona dovrebbe dare il voto a lei e non a un altro della sua lista?

 “Intanto possono darlo anche ad un uomo della mia lista perché c’è la doppia preferenza, dare il voto a me significa votare una persona tenace e forte che farà di tutto per portare avanti i progetti per il bene comune”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close