Veneto

Mirano: finalmente il Pat

Sottoscritti con la Regione gli elaborati che delineano le strategie per uno sviluppo sostenibile del territorio

Arriva il PAT. Il Comune di Mirano ha sottoscritto con la Regione Veneto gli elaborati del PAT, il Piano di Assetto del Territorio comunale.

Il PAT è uno strumento di pianificazione fondamentale. Delinea infatti le grandi scelte strutturali e le strategie per uno sviluppo sostenibile e durevole del territorio tenendo conto delle sue particolarità, le sue diverse parti e le caratteristiche ambientali e storico-architettoniche che lo contraddistinguono.

Il Piano, redatto dal Comune di Mirano insieme alla Regione Veneto e la Città Metropolitana, era già stato sottoscritto il 24 maggio 2017 ed era quindi pronto per essere adottato dal Consiglio Comunale.

Vista la vicinanza delle elezioni amministrative dell’11 giugno di quell’anno, l’amministrazione comunale uscente aveva però scelto di rinviare l’adozione del Piano a elezioni concluse. Con ballottaggio del 25 giugno 2017, i cittadini confermavano l’amministrazione uscente. Ma nel frattempo, il 24 giugno, la Regione emanava una legge che impediva l’adozione del Piano perché prevedeva alcuni adempimenti da parte del Comune, in particolare relativi a determinare la quantità massima di consumo di suolo ammesso.

L’amministrazione ha quindi modificato alcuni elaborati, confermando comunque le scelte pianificatorie precedenti: il PAT progettato a suo tempo era infatti già in linea con le misure di tutela del suolo non ancora urbanizzato poi introdotte con la nuova legge.

Ora il Pat, verrà quindi portato in Consiglio dove verranno discussi gli elaborati che segneranno i futuri progetti in cantiere per Mirano. Poi il Piano verrà ‘sottoposto’ ai cittadini che avranno 30 giorni per presentare osservazioni. Infine la giunta trasmetterà il Pat alla Regione per l’approvazione definitiva.

M.B

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close