Veneto

Nuove regole per il decoro a Jesolo

JESOLO. Decoro cittadino e riordino delle attività commerciali. Ci saranno regole più chiare anche per i risciò, mezzi a quattro ruote con pedali per turisti, mentre serve un nuovo regolamento del Comune. Anche quest’estate la Ztl e il corso pedonale sono stati al centro delle polemiche su vetrine, esposizioni, carrelli, bancali e tutte le strutture e i supporti all’esterno.

La prossima estate ci vorranno regole e decoro sulla passeggiata.

L’assessore al commercio Alessandro Perazzolo è già al lavoro: sulla ciclabile, niente più confusione di mezzi a pedali o elettrici, ma un regolare flusso che sarà coordinato da nuove regole, ora in discussione con la polizia locale.

L’obiettivo è arrivare all’inizio del nuovo anno con l’approvazione di regolamenti che possano uniformare e risolvere alcune “criticità” importanti.

“Il metodo sarà dunque quello di lavorare in sinergia con le associazioni di categoria come Confcommercio e Confesercenti”, spiega Perazzolo, “per giungere a un impianto normativo che sia condiviso e il più efficace possibile. I primi tavoli di confronto saranno avviati dalla fine di settembre per poi poter procedere alla stesura dei regolamenti veri e propri. Sul fronte del commercio, l’intenzione è quella di promuovere, tutelare e valorizzare il riordino delle attività, con l’introduzione di criteri e linee guida ragionevoli che possano essere applicate dagli operatori delle attività in modo semplice e diretto”.

Non solo obblighi e divieti, saranno stimolate forme di collaborazione e partecipazione responsabile da parte dei commercianti. I risciò saranno oggetto di una revisione degli obblighi per uniformarli agli altri mezzi e garantire sicurezza sulla pista ciclabile.

“Per anni si è andati avanti a discutere senza mai arrivare al dunque”, conclude l’assessore al commercio, attività produttive e viabilità, Perazzolo, “ora questa amministrazione fa sul serio. Il nostro intento non è quello di frenare il commercio, ma dare a tutti la possibilità di operare con regole chiare e valide per tutti, sappiamo di non essere soli in questo, viste le segnalazioni pervenute da molti commercianti jesolani. Come già accaduto per il regolamento per le sale da gioco e l’ERP, intendiamo avviare un confronto con le associazioni di categoria, convinti che con la condivisione si possa ottenere un risultato migliore; poche regole, ma chiare ed efficaci”.

Giovanni Cagnassi

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close