Veneto

Obbligo tampone per i 51 consiglieri

E adesso tutti a incrociare le dita: hanno passato l’esame delle urne, tocca superare anche quello del tampone. I neoeletti 51 consiglieri regionali del Veneto, compreso il presidente della giunta Luca Zaia, giovedì prossimo 15 ottobre potranno entrare a Palazzo Ferro Fini per l’insediamento dell’assemblea che aprirà l’XI legislatura solo se dimostreranno di essere negativi al coronavirus. E lo stesso vale per il personale di servizio, per gli accompagnatori, per i giornalisti. La disposizione è stata decisa dal presidente uscente Roberto Ciambetti, cui è spettato per legge il compito di convocare la seduta.

La motivazione del tampone

«Cinquantuno persone che arrivano da ogni dove del Veneto, un minimo di cautela è necessario», ha detto Ciambetti che non aveva nessuna intenzione di ripetere a Palazzo Ferro Fini quanto accaduto in Senato: storia di quindici giorni fa, due senatori sono risultati positivi al Covid-19 e così, per precauzione, sono saltati tutti i lavori previsti a Palazzo Madama. A Venezia, poi, va considerato che c’è il servizio navetta per raggiungere la sede consiliare da piazzale Roma e, benché con posti contingentati, i motoscafi blu non garantiscono il metro di distanza tra i passeggeri. Lo stesso vale per l’aula consiliare dove sarà impossibile alternare un posto occupato a un posto vuoto. Dunque, mascherina sempre, ma Ciambetti ha voluto non correre rischi. Ecco perché giovedì mattina tutti i consiglieri regionali dovranno sottoporsi al tampone rapido, cioè lo stecco infilato nel naso con esito nel giro di una decina di minuti.

L’Ulss 3

Per l’effettuazione dei tamponi il consiglio regionale del Veneto si è affidato all’Ulss 3 Serenissima di Giuseppe Dal Ben che in piazzale Roma, nei locali del garage comunale – dove i consiglieri hanno il posto auto gratuito – ha un punto di primo soccorso. È qui che dopodomani mattina, prima dell’assemblea convocata per le ore 13, i consiglieri, i dipendenti e i giornalisti dovranno sottoporsi al tampone. «Chi dovesse risultare positivo non potrà salire in motoscafo né entrare a Palazzo Ferro Fini», dice Ciambetti.

La convocazione di Zaia

Ieri pomeriggio, intanto, il governatore Luca Zaia ha convocato al K3 a Treviso tutti i suoi 33 consiglieri regionali della Lega, lista Zaia Presidente e Veneta Autonomia per alcune informazioni tecniche, le solite raccomandazioni (del tipo: niente selfie al ristorante), aggiornamenti sulla giunta (work in progress, servono ancora limature). Ma se giovedì si vota il nuovo presidente del consiglio regionale, chi è che i 33 dovranno votare? Zaia non l’ha ancora svelato: il nome sarà comunicato giovedì sulla chat dei consiglieri. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close