Veneto

Padova: autista urla e bestemmia contro una passeggera straniera sul bus

Il sindaco giordani si esprime: buttatelo fuori!

L’episodio

Da alcuni giorni impazza sulla rete un video girato nel mese di  giugno 2017, da una passeggera su un autobus di linea 4, della società  di trasporto pubblico BusItalia Veneto, probabilmente diretto da Cadoneghe a Pontevigodarzere. Nel video vediamo una signora straniera che  si lamenta con l’autista per la troppa velocità, causa per la quale stava per cadere. L’autista le replica in malo modo che non sta andando troppo veloce, al contrario sta andando a venti all’ora, facendole presente che il motivo della sua caduta è riconducibile ad una buca e perché non si non si stava tenendo correttamente alla sbarra…

La passeggera non si convince della spiegazione dell’autista e lo accusa di razzismo! All’accusa di razzismo l’autista non si trattiene e comincia a inveire contro la signora bestemmiando ed esprimendo frasi offensive come: “ Non sono razzista, io ne ho i c… pieni di voi, andate a casa vostra, cosa venite a fare qua a rompere i c… Silenzio! Basta rompere i c… alla gente che lavora! Stai zitta deficiente!”

Dopodiché i toni si accendono e non accennano a calmarsi, segue un botta e risposta tra l’autista e la signora sempre arricchito da bestemmie e insulti vari da parte del conducente… Dopo qualche minuto un’altra passeggera, autrice del video, chiede all’autista di calmarsi e di moderare il linguaggio, visto che sul bus sono presenti dei bambini. A tale richiesta il conducente, invece di accogliere l’ammonimento e di calmarsi,  inveisce anche contro di lei con un bel: “Stia zitta pure lei”…

Il video

Il video della durata di due minuti è rimasto per un anno e mezzo nella galleria del telefonino. Poi in questi giorni e stato condiviso su una chat di whatsapp e di lì è impazzato sulla rete  diventando virale,  fino ad arrivare ai vertici della società per la quale lavora l’autista..

I responsabili hanno prontamente ribadito che sarà un loro obbligo identificare al più presto il dipendente e punirlo con le sanzioni previste dal regolamento dell’azienda…

Determinante  è stata la testimonianza di una donna esterna alla vicenda  che si trovava sul bus della linea 4 in quella giornata, e che domenica 27 gennaio ha fornito informazioni valide al presidente di BusItalia Andrea Ragona , che saranno utili per individuare l’autista blasfemo il più presto possibile.

Il sindaco giordani: provo ribrezzo!

Anche la risposta del sindaco di Padova, Sergio Giordani, non si è fatta attendere, definendo la faccenda riprovevole ed esprimendo prese di posizione dure nei confronti dell’autista: “ Non esiste che nella nostra città possa essere tollerato, voglio che BusItalia Veneto trovi subito questo e agisca di conseguenza. Per me deve essere licenziato!

Il sindacalista e autista della Fit – Cisl, Sandro Lollo, ci tiene a ribadire che il lavoro dei colleghi/autisti  è un lavoro duro e stressante, spesso soggetto alla maleducazione dei passeggeri, ma ciò non tollera che questo debba sfociare in un clima di odio e razzismo contro il prossimo…

Il malcontento

Questo ennesimo episodio di razzismo non fa altro che avvalorare  la tesi di un malcontento sociale che sta prevalendo all’interno del nostro paese…

Un malcontento fatto di frustrazione, precarietà, risentimento, insicurezza, dettato dalla crisi economica che stiamo vivendo, che spesso colpisce quella sfera sociale più debole e che porta a guardare erroneamente lo straniero con sospetto…

Ci auguriamo che si lavori al più presto affinchè episodi del genere abbiano presto una fine…

Maria Olga Tartaglia

 

 

 

 

 

 

 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close