Veneto

Padova: manutenzione e monitoraggio dei ponti

Dopo la tragedia di Genova, l’attenzione sulle infrastrutture del territorio è massima. L’assessore ai lavori pubblici Andrea Micalizzi ha fatto il punto della situazione di ponti e cavalcavia di Padova. La situazione non desta particolari preoccupazioni ma le strutture saranno oggetto di continuo monitoraggio.

“Appena insediati non abbiamo sottovalutato il tema della sicurezza delle nostre infrastrutture e per questo da subito abbiamo avviato una verifica e stanziato apposite risorse – spiega l’assessore Andrea Micalizzi – Grazie a quest’attenzione e a questa indagine ora conosciamo la situazione e oggi abbiamo già i progetti per gli interventi più urgenti, ma non solo: siamo già in grado di finanziarli con il bilancio 2018 che è il primo bilancio organizzato dall’Amministrazione Giordani. La condizione dei ponti a Padova non deve alimentare preoccupazioni e le situazioni che vanno tenute sotto attento controllo sono i ponti della tangenziale su via Vigonovese e Bellisario, e il ponte Paleocapa, sull’omonima riviera.”

Nel prossimo assestamento di bilancio il Comune stanzierà 1 milione di euro per la manutenzione del ponte che sovrasta via Vigonese. La manutenzione del ponte che scavalca via Bellisario è invece rimandata al 2019, e anche in questo caso sarà necessario 1 milione. Per la manutenzione del ponte Paleocapa verranno invece stanziati. 700.000 euro e anche per questo interverremo.

“Le nuove infrastrutture sono fondamentali: non possiamo pensare che le città crescono, aumentano gli spostamenti delle persone, lo scambio di merci e le infrastrutture sulle quali ci si muove restano quelle pensate e realizzate 70 anni fa- ha concluso l’assessore- Se ancora le utilizziamo, significa che allora, con i limiti tecnologici che avevano, furono lungimiranti. Serve oggi la stessa lungimiranza e spinta di modernità. Su questo non basta solo un piano di finanziamenti, ma serve anche un cambio di mentalità: l’idea che le grandi opere non servano o vanno fermate non solo non ci consente di rispondere alle esigenze, ma è addirittura dannosa. Troppo spesso la politica cede alla tentazione di cavalcare strumentalmente i no alle infrastrutture senza riflettere sulle necessità e sulle conseguenze.”

E.P

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close