Padovano

Saonara. Multa a chi bestemmia!

Ebbene si, non è uno scherzo!Il sindaco di Saonara Walter Stefan, per fermare il malcostume molto diffuso in veneto di imprecare, ha deciso di multare chi bestemmia in luogo pubblico. 400 euro, è la somma pattuita dall’amministrazione, alla quale non saranno esenti nemmeno i minorenni.

Nuovo regolamento

Le multe spiega il sindaco, rientrano nel nuovo regolamento della polizia urbana che vuole colpire i mal comportamenti dei cittadini, tra questi appunto anche la bestemmia contro ogni tipo di religione.

Ovviamente non si tenderà a punire l’episodio sporadico della bestemmia, ma si punirà il linguaggio blasfemo in maniera continuata.

L’esempio

D’altronde io stessa sono stata costretta al mare a sgridare un ragazzo veneto, che in maniera continuativa imprecava con gli amici, non capendo il disagio che creava ai bambini presenti in spiaggia, che sentendolo avrebbero potuto ripetere il suo linguaggio da cafone.

Capisco che in veneto la bestemmia sia un intercalare, ma è ora che si capisca una volta per tutte che è fastidioso ascoltare una persona che impreca in continuazione e che mette il porco in un discorso come le virgole.

Le segnalazioni sulla bestemmia

Il sindaco è arrivato a prendere questa decisione, proprio per le continue segnalazioni dei cittadini che specie nei parchi pubblici sono costretti ad ascoltare questo tipo di linguaggio blasfemo, specie dai ragazzi e ragazze under 18.

Non saranno punite soltanto le bestemmie contro la religione cattolica, ma saranno punite le bestemmie contro tutte le religioni, proprio per sensibilizzare la convivenza tra cittadini italiani e stranieri.

Educazione civica contro la bestemmia

D’altronde il primo cittadino non serve soltanto per asfaltare le strade, per le attività culturali ecc, ma serve anche ad insegnare ai cittadini a comportarsi in maniera civile.

Sappiamo che siamo in Veneto e l’impresa sarà ardua, ma il primo cittadino ci sembra abbastanza fermo sulla questione e voglioso di arginare il problema bestemmia una volta per tutte.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close