Padovano

Volontariato europeo. Padova capitale 2020

Un prestigioso riconoscimento per Padova. Una grande opportunità per il volontariato europeo e per l’impegno civile. Ma anche un’occasione per sviluppare l’attrattività turistica di Padova. Focalizzata ad un turismo inclusivo e slow con un incremento auspicato del 20% rispetto al numero di turisti annuali. Senza contare che la città del Santo è la meta di intermezzo tra la città degli innamorati e la magia di Venezia.

L’importanza  del volontariato

Il triennio 2019-2021 sarà quindi «l’occasione per ridefinire i caratteri dello stare assieme nelle comunità nonché disegnare lo scenario futuro coinvolgendo attivamente tutti gli attori sociali» dice Emanuele Alecci, presidente del Centro di servizio per il volontariato di Padova.

Padova e il volontariato europeo

La città patavina, quindi, da sempre riconosciuta come città inclusiva solo sul territorio comunale conta 2.102 associazioni. Di queste 110 sono cooperative sociali, 68 ong e 269 associazioni sportive. Il Veneto è terza regione in Italia per numero di enti no profit dietro a Lazio e Lombardia con 29.871 organizzazioni. Mentre la provincia padovana nel 2018 ha registrato la presenza sul territorio di 6.374 associazioni nonché un incremento di 270 unità rispetto all’anno precedente.

Le associazioni in campo per il volontariato europeo

Tutte queste associazioni saranno protagoniste all’interno dell’organizzazione. Che è già partita e quindi si muoverà su 7 macro aree.  Povertà e nuove emarginazioni. Salute e benessere. Cultura e istruzione. Tecnologia e innovazione. Ambiente e urbanistica. economia e sviluppo sostenibile. Pace e diritti umani.

Gli eventi

Eventi e iniziative alle quali parteciperanno rappresentanti locali nonché nazionali del terzo settore.  Istituzioni, imprese, il mondo dell’università, la ricerca e le agenzie formative. Nonché le organizzazioni sindacali e i media. I giovani, le persone anziane, le persone con disabilità. Nonché le donne in difficoltà e tutte le persone che rientrano nelle categorie “fragili” saranno quindi coinvolte in ciascuna delle 7 macro-aree. Saranno mesi densi di iniziative. 

Mattarella con il volontariato europeo

Il 2020 inizierà con la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Prevista per il 7 febbraio e si chiuderà  il 5 dicembre 2020. In occasione della giornata internazionale del volontariato europeo. Nel 2021 le capitali europee del volontariato nominate negli anni prima si incontreranno quindi in meeting  nonché proclameranno la capitale del 2022.

Alessandra Turco

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close