Veneto

Un parco nella golena di Musile

Nuovi percorsi ciclopedonali, nasce il parco pubblico nella golena di Musile. Prevista anche l’installazione di colonnine di ricarica per biciclette elettriche. E poi non mancheranno i contributi alle associazioni del territorio e il restauro di ben 6 monumenti. Il BIM Basso Piave per l’anno corrente ha approvato il bilancio di previsione. 

Tra principali novità, la realizzazione di due nuovi tratti di pista ciclopedonale che collegheranno i percorsi del BIM Veneziano con quelli del BIM trevigiano per realizzare il lunghissimo tracciato che collegherà Belluno al mare lungo il Piave.

parco musile

A breve verrà infatti assegnato l’appalto per la realizzazione dei percorsi che uniranno Fossalta e Zenson di Piave, e sul versante opposto Noventa e Salgareda.

Nel 2019 nascerà poi un Nordik Walking Park, ossia tre specifici percorsi di diverse lunghezze, attrezzati secondo le indicazioni fornite dalla Scuola Italiana di Nordic Walking per essere riconosciuti e certificati a livello nazionale, ciò permetterà la realizzazione di manifestazioni di altissimo livello per gli appassionati di questo sport.

Un nuovo parco e altri progetti

Sarà invece un luogo di ritrovo e di cultura il nuovo parco pubblico che il BIM realizzerà sotto il ponte della Vittoria nel comune di Musile di Piave. Sarà provvisto di uno spazio dedicato agli eventi per renderlo maggiormente versatile. All’interno dello stesso verrà realizzata anche una “Walk of peace” con due opere d’arte realizzare dall’artista locale Andrea Zelio. Inoltre un percorso tematico che richiamerà l’alto valore storico del Piave. Così come il restyling e l’abbellimento del parco Hemingwaya Fossalta di Piave sarà rivolto al rilancio e alla rivitalizzazione, con la realizzazione di sotto servizi e la posta di nuovi arredi per fornire ad adulti e bambini un’area di relax, di socializzazione e di gioco.

parco musile

Oltre alla manutenzione dei percorsi  con sfalci e posa di nuove segnaletiche, nella programmazione del BIM non mancano inoltre il restauro di 6 monumenti. Che si trovano nei comuni aderenti al Consorzio ad iniziare dal monumento di Giannino Ancillotto a San Donà. Innovazioni tecnologiche come l’installazione di due colonnine di ricarica per biciclette elettrichea Jesolo e a Noventa di Piave. Altri contributi per le associazioni locali che svilupperanno progetti in sintonia con la mission del Consorzio e i contributi per iniziative comunali. Come epr esempio il sostegno al Giffoni Film Festival di San Donà. O la progettazione di un nuovo attracco nella golena di San Donà, in sostituzione del precedente distrutto dalla piena di fine ottobre.

<<Il bilancio di previsione è stato approvato all’unanimità.”, sottolinea il presidente del BIM Valerio Busato, “E questo significa che è stato redatto tenendo conto di tutte le esigenze dei comuni che lo costituiscono. Si tratta di novità che offriranno nuove opportunità di svago, benessere e cultura per le popolazioni del basso Piave ma non solo. Con queste progettualità molte persone avranno modo di scoprire e di conoscere le tante bellezze del nostro territorio>>.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close