Veneto

Partono le sospensioni degli operatori sanitari non vaccinati: fuori i primi sei dalla Usl 6

Si comincia con sei. Tanti sono gli operatori sanitari dell’Usl 6 che la commissione istituita al Sisp ha ritenuto inadempienti all’obbligo vaccinale e che in queste ore vengono sospesi dall’attività: tutti loro, nell’ambito del procedimento di verifica, avevano inequivocabilmente espresso il rifiuto alla vaccinazione.

Gli accertamenti

Intanto, sono in corso gli accertamenti su altri 335 dipendenti residenti in provincia di Padova e, pertanto, nei prossimi giorni potrebbero seguire ulteriori provvedimenti. A questi si sommano altri 180 dipendenti dell’Usl 6 non residenti in provincia di Padova che potranno essere a loro volta soggetti all’accertamento da parte dell’Azienda di residenza. Per contenere i disagi, il direttore generale Paolo Fortuna auspica fortemente l’adempimento dell’obbligo vaccinale previsto dalla legge, nell’interesse del lavoratore e della collettività, e ricorda che il vaccino è sempre possibile in qualsiasi hub, ad accesso libero. Il provvedimento di sospensione resterà in vigore fino al 31 dicembre ma è immediatamente revocabile per gli operatori che decideranno di immunizzarsi.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close