Veneto

Personale sanitario non vaccinato: «Nella Marca 200 sospensioni»

«Su 281 lettere spedite al personale sanitario non vaccinato nelle scorse settimane solo 81 persone si sono vaccinate, mentre le restanti 200 sono state sospese». Ad annunciarlo, venerdì 24 settembre, è il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi, specificando che questi 200 lavoratori sospesi non erano dipendenti dell’azienda sanitaria trevigiana ma liberi professionisti. Tra questi: 38 biologi, 24 medici, 22 odontoiatri e diversi veterinari. I dipendenti dell’Ulss 2 già sospesi, invece, sono: 2 medici, 10 infermieri e 8 operatori socio-sanitari. 121 sono ancora in attesa di giudizio e tra questi ci sono anche quattro medici di famiglia.

Il bollettino

Venerdì 24 settembre sono quattro le persone ricoverate in terapia intensiva a Treviso, 3 all’ospedale di Vittorio Veneto dove due pazienti saranno dimessi già da lunedì 27 settembre. 65 i ricoverati totali negli ospedali della Marca (uno in meno rispetto a ieri). L’incidenza a livello provinciale è di 60 casi su 100mila abitanti. Di questi il 28% dei positivi ha meno di 12 anni mentre il 19% ha un’età compresa tra i 12 e i 19 anni.

Montebelluna

La buona notizia arriva dall’ospedale San Valentino di Montebelluna dove non ci sono più pazienti ricoverati in Terapia intensiva. Da lunedì, quindi, riprenderà l’attività chirurgica con oltre 30 sedute a settimana, quasi come prima del Covid. Da martedì 28 settembre l’Ulss 2 avvierà il progetto di assistenza per donne incinta che hanno deciso di vaccinarsi contro il Covid, mettendo a loro disposizione un’ostetrica nei vax point della provincia. Da lunedì 27 settembre, infine, partiranno le vaccinazioni con la terza dose ai “super fragili” nelle tre sedi vaccinali di: Godega di Sant’Urbano, Vedelago e Villorba.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close