Veneto

Preparatevi: in arrivo il più grande gelo della stagione. Tutti i dettagli qui.

Dopo la burrasca di Maestrale che condizionerà il weekend dell’Immacolata, è confermata una consistente e vasta irruzione fredda per l’Europa nella prossima settimana, con l’Inverno che tornerà a ruggire sul Vecchio Continente. Tracollo termico dunque da Germania e Danimarca verso Russia, Polonia, area Baltica e gran parte dei Balcani. Successivamente l’anticiclone dovrebbe spingersi verso Mar del Nord e Lapponia, favorendo una spinta retrograda del freddo anche sull’Europa occidentale, tra Francia e Inghilterra.

Avremo dunque giornate decisamente fredde su gran parte del continente europeo, con gelate diffuse e possibili locali rovesci di neve sino in pianura.Già nel corso di lunedì queste inizieranno a riversarsi sull’Adriatico, in misura minore sulle regioni tirreniche e al Nordovest. Le temperature subiranno una prima diminuzione ma si manterranno su valori ancora accettabili, un po’ più basse sui fondovalle alpini dove rimarranno al di sotto dei 10°C.

Martedì calo termico più deciso a causa dell’afflusso più massiccio dell’aria fredda da nord e massime che stenteranno a toccare i 10°C ad eccezione delle isole maggiori. Minime in deciso abbassamento tanto che inizieranno a portarsi sotto zero su alcune aree pianeggianti del Centro-Nord, specie su Piemonte e Toscana.

Giovedì il fronte avanzerà ulteriormente portando un peggioramento sull’Italia con fenomeni nevosi inizialmente anche a bassa quota o in pianura al Nordovest.

Per cui se non vi siete vaccinati contro il ceppo di quest’anno che sembra piuttosto aggressivo, fate scorta di sciarpe, cuffie, sciroppi e aspirine perchè influenza e raffreddori vi stanno già aprendo la porta e stendendo il tappeto rosso.

n.s. 

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close