Veneto

Matteo Renzi a Sedico (BL) per la presentazione del suo nuovo libro

Matteo Renzi, ex Primo Ministro italiano ed ex segretario del Partito Democratico, ha fatto visita alla zona bellunese, precisamente a Sedico, per presentare il suo nuovo libro “Un’altra strada: idee per l’Italia di domani” proseguendo il tour che lo ha visto attivo in quasi tutta Italia per pubblicizzare il suo nuovo lavoro.

IL LIBRO DI RENZI

Il libro edito da Marsilio si forma di 240 pagine in cui uno dei politici più chiacchierati degli ultimi anni dà la sua idea riformista su cui rifondare una proposta concreta per l’Italia, un riformismo che sia radicale nei valori, parli al passato per offrire un futuro più roseo per questa nazione; parola d’ordine è combattere il populismo dilagante degli ultimi anni costruendo dei solidi fondamenti con cui arginare il progredire dei luoghi comuni e dei facili proclami.

L’EVENTO E LA PARTECIPAZIONE

Nell’incontro avvenuto a Sedico presso Villa Pat, Renzi ha trovato un folto pubblico di circa 200 persone di tutte le età che hanno dimostrato grande interesse e partecipazione.

Più che a una vera e propria presentazione del libro abbiamo assistito ad uno show dell’ex Premier, con Renzi che ha saputo animare l’incontro con un susseguirsi di battute, analisi e digressioni che hanno inchiodato il pubblico presente.

Com’era prevedibile due sono stati i principali interessati dell’ironia renziana, Di Maio e Salvini, quest’ultimo definito in una battuta del libro già celebre “una Chiara Ferragni che non ce l’ha fatta”.

Non mancano nemmeno le punzecchiature al PD: «…il passato è passato» così esordisce Renzi parlando del suo ex partito politico « Avrò fatto anche degli errori naturalmente, nel libro c’è anche un piccola autocritica, ovviamente piccolissima, sempre Matteo Renzi sono». Come sempre l’ex Premier dimostra di essere maestro d’ironia.

Ad applaudire Renzi un pubblico eterogeneo non sono per età ma anche per provenienza politica dato la presenza di elettori di centrodestra. Presente anche la segreteria provinciale del PD, con l’onorevole De Menech e alcuni sindaci.

COSA PENSA RENZI

«Nel libro si ragiona, si riflette, si discute, e spero che questo libro faccia riflettere chi avrà voglia di leggerlo» così conclude Renzi prima di partire per Treviso dove già era atteso ad un nuovo incontro nella serata. Prima di andare c’è stato il tempo per dediche al libro e i classici selfie cha hanno portato via una buona mezz’ora.

Per Renzi ci sono dei momenti in cui è doveroso e importante elaborare delle riflessioni meno sintetiche e semplificate su quello che si sta vivendo: a detta dell’autore questo libro vuole dare il proprio contributo per combattere la semplificazione e i luoghi comuni che imperversano di questi tempi.

Massimo D’Alpaos

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close