Veneto

Rosolina, adottato il piccolo Giorgio

Il neonato ritrovato lo scorso 24 aprile in un borsone nei pressi del cimitero ha finalmente una nuova famiglia

Rosolina. Fortunatamente, il dramma ha un lieto fine. Adottato il piccolo Giorgio. Vi ricorderete certamente della vicenda del piccolo Giorgio, il bimbo abbandonato all’interno di un borsone nei pressi del cimitero di Rosolina. Per fortuna, il piccolo Giorgio è stato adottato.

Rosolina adottato piccolo Giorgio

Il ritrovamento

La vicenda del ritrovamento aveva suscitato scalpore e interesse non solo nella provincia di Rovigo, ma in tutto il territorio nazionale. Nella giornata dello scorso 24 aprile la signora Vanda, a spasso con il proprio cane, aveva sentito degli strani rumori provenire dall’interno di una borsa, accostata ai cassonetti della spazzatura.

Incredibile lo stupore della signora nello scoprire che all’interno si trovava un bimbo appena nato, con ancora il cordone ombelicale attaccato.

I soccorritori, constatato che il bambino stava bene, lo avevano immediatamente trasportato all’Ospedale di Adria, dove era rimasto per accertamenti. Successivamente aveva trascorso qualche giorno all’Ospedale di Rovigo. Il piccolo era stato immediatamente vaccinato, pesava 2 chili e 700 grammi ed era lungo 47 centimetri.

La gara di solidarietà

Fondamentale, nei soccorsi, l’aiuto di Giorgia, l’infermiera di Adria che per prima era intervenuta sul corpicino del piccolo e dalla quale ha preso il nome.

Immediata la gara di solidarietà per aiutare il piccolo. «C’è gran voglia di aiutare», aveva detto la soccorritrice Giorgia. «Chi si offre di portare del latte, chi dei vestiti. Giorgio avrebbe la fila di persone che vorrebbero adottarlo, sappiamo che a decidere sarà il Tribunale ma è bello vedere che c’è tanta gente che ha un cuore grande».

L’adozione

Ma qualcuno che ha il cuore grande c’è sicuramente, perché a Rosolina è stato finalmente adottato il piccolo Giorgio.

Ed infatti il Tribunale dei Minorenni di Venezia, qualche giorno fa, ha deciso sull’adozione concludendo positivamente la pratica di adottabilità del piccolo.

Il bimbo – afferma l’Ulss 5 Polesana – ha lasciato nei giorni scorsi il reparto di neonatologia dell’Ospedale di Rovigo per essere accolto dai suoi nuovi genitori nella sua nuova casa.

Si conclude nel migliore dei modi, fortunatamente, il “miracolo di Pasqua” di Rosolina.

Pierfrancesco Divolo

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close