ArchivioVeneto

Spinea tra riqualificazione e degrado

Spinea è tutta un cantiere. E l’inciviltà cresce. Ormai non si contano più i bidoni delle spazzature traboccanti anche di ciò che non dovrebbero contenere. Se la riqualificazione di Spinea passa anche per questo si prevedono tempi duri. Non basta rimettere a posto e modernizzare il Villaggio dei Fiori trasformandolo in un “quartiere-città” di Spinea, che ormai conta oltre seimila abitanti. “Il Comune punta ad aumentare infrastrutture e servizi ai cittadini, come antidoto al degrado, grazie anche allo stanziamento di contributi pubblici e allo scopo di ottenere una gestione più sostenibile del territorio” fa sapere il Sindaco Silvano Checchin.

Proprio nel cuore del Villaggio è ormai pronta e verrà inaugurata a breve, la nuova sede del Cerid, il centro ricreativo diurno, nell’ex scuola Disney completamente ristrutturata. Nello spazio troveranno sede anche gli operatori di strada che seguono i giovani di Spinea e lo spazio sarà a disposizione anche per gli anziani, oltre che offrire la possibilità di fissare appuntamenti con il sindaco e gli assessori. In mezzo a questo anche il verde pubblico e i boschi che stanno molto a cuore a Checchin. Attraverso la perequazione urbanistica, Spinea si doterà di un’area di forestazione di 26.253 metri quadrati, e su questo fronte il Comune sta seguendo attentamente anche la questione del Passante verde, che vede coinvolti Cav e Regione, per ottenere sul proprio territorio quanto definito nei progetti approvati e negli accordi di programma. «Riteniamo importante – spiega il sindaco – che le aree boscate possano esserci anche all’interno del tessuto urbano, non solo lungo il tracciato. La presenza di zone con alberi ad alto fusto permette di implementare e migliorare l’efficacia delle barriere fonoassorbenti e di valorizzare il territorio urbano”.

Intanto, però, la città è sotto lavori e molti (troppi) ne approfittano per devastarla con i rifiuti, spesso sapendo che i camion addetti non possono, momentaneamente, attraversare certe zone bloccate da gru e macchinari. Insomma, per avere una Spinea più bella, sarebbe anche il caso che gli stessi cittadini agissero con più senso civico.

(n.s.)

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close