Veneto

Stefano Artuso, candidato alla regionee come consigliere nella lista del Pd per la circoscrizione di Padova: Riconvertiamo capannoni sfitti nelle zone industriali per il welfare aziendale con asili nido e doposcuola

Due bisogni che potrebbero trovare soluzione venendosi incontro l’uno con l’altro: gli edifici sfitti in zona industriale che diventano luoghi di welfare per i dipendenti delle aziende. «La proposta è quella di riconvertire parte delle migliaia di capannoni vuoti e inutilizzati all’interno delle zone industriali della provincia di Padova in luoghi dove potenziare il welfare aziendale» spiega Stefano Artuso, avvocato, 33 anni, candidato del Pd al consiglio regionale.

«La crisi economica in atto infatti potrà solo peggiorare la situazione delle nostre zone industriali con i capannoni vuoti che rischiano di aumentare. Allo stesso tempo in questa era post pandemia aumenterà anche la necessità di servizi, pensiamo infatti solo banalmente ai rischi di contagio che si corrono ora a portare i propri figli dai nonni anziani mentre si è al lavoro. Per questo serve ripensare le nostre zone industriali come posti diversi: luoghi dove siano presenti farmacie, asili nido e servizi dopo-scuola, ma anche punti prelievo e punti di consegna condivisi per le spedizioni dei corrieri. Questo non solo migliorerebbe il decoro urbano e la qualità della vita dei dipendenti, oltre a ridurre spostamenti auto e disagi, ma sarebbe un’occasione anche di welfare sociale per le comunità locali, in particolare per i residenti che abitano in prossimità che potrebbero accedere ai servizi, e di potenziamento pure del marketing territoriale rendendo molto più attrattivi questi luoghi per eventuali nuovi investimenti».

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close
Close