Veneto

Tragedia del bus a Mestre, è iniziata la super perizia dell’ingegner Migliorino

Tragedia del bus a Mestre. Il cavalcavia dal quale è precipitato il bus de La Linea è oggi, mercoledì 25 ottobre, oggetto di perizia da parte dell’esperto, l’ingegner Placido Migliorino, detto il “Mastino”. Il cavalcavia resterà chiuso per i controlli.

Al lavoro

Tre ore di chiusura del cavalcavia Superiore di Marghera, oggi dalle 13 alle 16, per permettere all’ingegner Placido Migliorino di analizzare a fondo il teatro della tragedia del 3 ottobre, quando il bus-navetta di La Linea, dopo aver scarrocciato per 50 metri sul guardrail, è volato nel vuoto cadendo da una quindicina di metri e uccidendo 21 persone (l’autista Alberto Rizzotto e 20 turisti da tutto il mondo) e ferendone altre 15. Quello di oggi è un appuntamento atteso perché è il primo passo per capire cosa sia successo, come mai il bus abbia sterzato verso destra e poi come mai sia precipitato.

Mostra altro

Articoli correlati

Un commento

  1. Ha ricordato un lettore che bus elettrici ( sistema filobus prima che si utilizzassero batterie) nella Citta di Napoli furono eliminate da percorsi con pendenze . A seguito di due incidenti in discesa fu rilevata una difficoltà di frenare una massa quale quella del bus senza l’ausilio del freno motore.
    Naturalmente un guardrail integro ed adeguato avrebbe mitigato l’incidente ma occorre appurare le cause del raggiungimento del guardrail ,notoriamente fuori dalla carreggiata !
    Va bene il mastino , ma risposta è ovvia se non si appura perché il bus è andato verso il guardrail . Nell’ ‘ incidente di Alagna il pullman aveva rotto i freni e nella discesa il guardrail non ne garanti la tenuta nella carreggiata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close