Trevigiano

Il sindaco-medico no vax e no green pass apre l’ufficio in un gazebo

L’ufficio in piazza perché non vaccinato e no green pass, da  ieri il sindaco di Santa Lucia di Piave, piccolo Comune della provincia di Treviso, Riccardo Szumski ha collocato il gazebo di fronte al municipio. Lì riceverà i suoi concittadini, non dovrà quindi nemmeno sottoporsi al tampone. Medico di famiglia in paese da quasi quarant’anni, trenta come amministratore locale dei quali la metà da sindaco, è il suo ennesimo gesto di ribellione contro il “sistema”.

Nessuna paura

«Nei miei confronti possono fare quello che vogliono», ha spiegato riferendosi ad una sua possibile sospensione da medico. («Tra poco vado in pensione», aveva ricordato nei giorni scorsi). Ha evidenziato che la sua non è una battaglia personale, ma per sostenere chi è contrario all’obbligo del green pass, in particolare nei luoghi di lavoro. Il giudizio di Szumski è perentorio: «Si tratta di un ricatto nei confronti di chi ha una famiglia da mantenere», ha evidenziato il primo cittadino di Santa Lucia.

Il gazebo

Ora il suo ufficio sarà “open air”, sotto il gazebo nel giardino di piazza 28 ottobre 1918. Una data che ricorda il cedimento sul Piave della linea austro-ungarica, con l’avanzamento delle truppe italiane e degli alleati sul fiume proprio nel tratto che attraversa Santa Lucia. Ora la linea del Piave è spostata in quella piazza e Szumski combatte la sua battaglia contro la “Dittatura sanitaria”.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close