Veneto

Vaccino. Errori da Oxford. Mezze dosi più efficaci

Oxford mercoledì ha ammesso “l’errore avvenuto nella fase di produzione” (fase che avviene al di fuori dell’università britannica), dichiarando che la sperimentazione è comunque andata avanti. E per fortuna: con l’intera dose alla prima iniezione l’efficacia è risultata il 62%, con la mezza dose il 90%. Sarah Gilbert, la scienziata di Oxford che dirige l’équipe, ha spiegato che il sistema immunitario “viene attivato dalla dose giusta per lui”, non necessariamente dalla dose più alta. E che le sperimentazioni servono proprio ad affinare queste variabili.

Mezza dose

La mezza dose però è stata data solo a un piccolo gruppo di volontari (2.700 sui 23mila totali), e tutti giovani, al di sotto dei 55 anni. E’ possibile dunque, spiega ancora Oxford nella sua nota di mercoledì, che l’efficacia più alta sia dovuta al fatto che il sistema immunitario nei giovani risponde meglio ai vaccini. Oppure che il piccolo numero di soggetti coinvolti sia più suscettibile alle fluttuazioni statistiche.

Problemi

A meno di un mese dall’uscita del Vaccino Anti-Covid ci troviamo davanti ancora ad una fase di “sperimentazione”. Lo sviluppo e la conseguente immissione sul mercato di un nuovo vaccino richiede una media di 8/10 anni. Queste ricerche condotte alla velocità della luce hanno al loro interno numerose falle. Ancora tanti dubbi. 

Dubbi?

E intanto le dichiarazioni di -Walter Ricciardi,consigliere del ministro alla salute Roberto Speranza- fanno insorgere qualche preplessita:”per il momento ho consigliato al ministro di prevedere la volontarietà per gli adulti ma “se capissimo che serve il 90-95% di copertura per ottenere l’immunità di gregge, senza la quale ci troveremmo di fronte alla necessità di dover bloccare la produttività e la mobilità per il Paese, si potrebbe, per cause di forza maggiore, valutare anche l’obbligo”.

Un vaccino in fase di sperimentazione obbligatorio? Affermazioni che destano qualche preoccupazione, su una liberta sempre meno scontata che questo Governo impone a tutti noi.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close