Veneto

Veneto in zona bianca: poche regole da seguire

Da oggi, lunedì 7 giugno, il Veneto entra in zona bianca. Via al coprifuoco, riaperture e regole nuove nei ristoranti, con 6 persone al tavolo al chiuso e nessun limite all’aperto. Una liberazione per molti: non sarà più necessario rientrare a casa entro una certa ora. Orari liberi anche per i locali pubblici. Le nuove regole prevedono che in zona bianca all’aperto non ci siano limiti di persone ai tavoli (tra i quali deve esserci comunque il distanziamento di un metro), mentre nei bar e nei ristoranti al chiuso potranno sedere allo stesso tavolo massimo sei persone salvo che siano tutti conviventi, mentre in area gialla resta ancora in vigore la regola delle 4 persone (sebbene sia in corso un’interlocuzione tra regioni e governo). Insomma, nelle zone bianche le uniche regole da rispettare sono quelle della mascherina e del distanziamento (oltre a quella, sempre valida, del buon senso).

L’ordinanza in Veneto

Il presidente della Regione Luca Zaia ha firmato un’ordinanza che anticipa a oggi anche la possibilità di riaprire una serie di attività in tutto il Veneto, senza seguire la calendarizzazione del governo: parchi tematici e di divertimento (compresi spettacoli viaggianti), piscine e centri termali, matrimoni e cerimonie varie (anche al chiuso), attività dei ristoranti anche al chiuso, fiere, sagre e congressi, eventi sportivi aperti al pubblico (all’aperto), sale giochi, scommesse e casinò, centri culturali, sociali e ricreativi, corsi di formazione.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close