Veneziano

Anche l’Esercito per fare tamponi

Negli ospedali del Veneziano arriva l’Esercito a supporto degli operatori sanitari per l’esecuzione dei tamponi. I militari sono arrivati a Mestre, al “drive through” di piazzale Giustiniani, dove hanno allestito un piccolo container nel quale, da lunedì, eseguiranno i tamponi sui potenziali pazienti Covid.

Punto tamponi

Il nuovo “punto tamponi” si trova dunque a due passi dal distretto di prevenzione dell’Usl 3. Ma l’Esercito arriverà anche nel Veneto orientale. Più esattamente a San Donà, in via Svezia, adiacente al Covid point H24. Qui i militari sono attesi in giornata: un medico, due infermieri, quattro movieri o addetti alla gestione logistica.

Un aiuto in più

L’Esercito eseguirà i tamponi dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 14. Ma, da lunedì 16 novembre, la sede di esecuzione dei tamponi sarà spostata all’interno della più spaziosa casa delle associazioni, dove sarà più facile gestire i flussi più importanti. Sempre in via Svezia, la struttura accoglierà anche l’ambulatorio tamponi. «Sarà un aiuto importante, perché negli ultimi tempi il personale di questa azienda sanitaria sta facendo fronte a una enorme molo di lavoro», ha commentato ieri mattina il direttore generale dell’Usl 4 , Carlo Bramezza.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close