Veneziano

Ancora temporali nel Veneziano: Mirano e Scorzè i comuni più colpiti

Ancora un pomeriggio segnato dal maltempo sul Veneziano. La perturbazione, con pioggia forte e raffiche di vento, si è abbattuta attorno alle 18 sulla provincia a partire dalla zona ovest. Particolarmente colpite le zone di Scorzè Mirano. Una quarantina le chiamate al centralino dei vigili del fuoco di Mestre per richieste di intervento, in particolare per rami e alberi pericolanti. Almeno un paio di auto sono state centrate da rami.

Gli interventi sono ancora in corso e il meteo continua a non promettere bene

Un albero è caduto a villa Buratti a Peseggia, un altro ancora in via Dante. Proprio questo è uno degli episodi più gravi, con una ragazza miracolosamente illesa dopo che un albero ha centrato la sua Lancia Ypsilon. Ai primi soccorritori la giovane ha raccontato che aveva appena fatto inversione di marcia perché aveva visto che il vento stava facendo cadere altri alberi lungo la strada. Uno di questi ha colpito anche la sua utilitaria. Tanta paura, auto danneggiata ma nessuna ferita. La stessa scena in centro a Scaltenigo, dove un albero di un giardino privato è finito nella parte anteriore di una jeep. Anche in questo caso molta paura per il conducente e traffico nel caos per l’intervento di rimozione dell’albero. A Mirano altri rami sono venuti giù a villa Belvedere, con gli operai del Comune intervenuti, in via Accopè Fratte e in via Scortegaretta.In territorio di Noale si segnala un albero spezzato a Moniego, uno caduto in c entro storico e un altro a Briana, dove si è verificata pure un’interruzione di corrente. Inoltre le raffiche di vento hanno divelto segnali stradali e transenne un po’ in tutto il comprensorio. A Martellago il vento ha abbattuto il semaforo all’incrocio tra via Roma e via Trento. Dal municipio è stata avvisata la ditta incaricata della manutenzione. Il maltempo di questo pomeriggio segue quello di ieri, quando la perturbazione si era abbattuta con violenza in particolare su Campalto e ancora una volta su Scorzé.

Zaia

Il Presidente della Regione, Luca Zaia, ha già avviato le procedure per la dichiarazione di stato di crisi determinato dalla grave ondata di maltempo che ha colpito in queste ore il Veneto, dove i soccorritori hanno già effettuato più di 150 interventi, soprattutto nelle aree più colpite: il Trevigiano, il Padovano, il Vicentino e il Veneziano.

Tag
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close